rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Calcio

Turchetta replica a Russo: il Foggia gioca meglio, ma pareggia ancora

I rossoneri non vanno oltre un pari contro il Messina, nonostante una gara giocata costantemente nella trequarti avversaria. Russo la sblocca all’ultimo secondo del primo tempo. Nella ripresa l’ex Imolese pareggia

Alla fine, il gol di Turchetta è salvifico perché consente al Foggia di evitare la terza sconfitta esterna consecutiva, ma soprattutto di perdere una partita che per continuità di gioco e proposte, i rossoneri meritavano, molto probabilmente, di vincere.

Decisivi i cambi coraggiosi di Zeman, che a metà ripresa rinuncia ai leader offensivi Curcio e Ferrante, riproponendo Vitali e Turchetta. I due confezioneranno il gol del pari, il primo con il ‘campanile’ alzato per l’inzuccata perfetta dell’ex Imolese.

In mezzo, tanti episodi, molti dei quali tutt’altro che benefici per il Foggia. A cominciare dall’infortunio muscolare (molto serio, dalle prime immagini) che mette Martino fuori dai giochi dopo neppure un quarto d’ora, costringendo Zeman ad adattare il mancino Nicolao a destra. Il Foggia approccia bene alla partita, forte anche della presenza del rientrante Sciacca in difesa, e del ritrovato bomber Ferrante in avanti. Il 4-2-3-1 del Messina è offensivo solo sulla carta, perché i peloritani abbassano subito il baricentro auspicando di trovare spazi buoni per scatenare i suoi elementi offensivi. Le buone intenzioni del Foggia, però, si fermano a ridosso dell’area di rigore. Tanti, troppi, gli errori in fase di rifinitura. Le imprecisioni di Curcio immalinconiscono presto Ferrante; il resto lo fa Lewandowski che dice no alla forte inzuccata dello stesso numero 10 rossonero sugli sviluppi di un corner. 

Il Messina, come detto, si affida alle ripartenze e beneficia anche di qualche omaggio degli ospiti. Protagonista, suo malgrado, è proprio Sciacca, che prima – con un tenero retropassaggio – consente ad Adorante di mandare in porta Fofana (salva di Girasole), poi – a un passo dal duplice fischio – sbaglia i tempi dell’anticipo, lasciando un buco che Fofana sfrutta per lanciare Russo verso il gol.

Le pagelle dei rossoneri

Nella ripresa il tema tattico non cambia. Il Foggia propone, il Messina osserva. I rossoneri imprecano ancora per un altro intervento di Lewandowski sempre su Curcio. Raciti, intanto, cambia l’attacco, con Piovaccari e Statella. Il primo, sprezzante dell’anagrafe (compirà 38 anni a settembre, ndr) crea più di un disagio quando il Foggia si allunga e lascia campo sulla propria trequarti. Al 18’ la svolta: con gli ingressi di Turchetta e Vitali e il contestuale accentramento di Merola, Zeman ridisegna totalmente il tridente. Ed è una scelta che premia. Perché Turchetta a sinistra ci mette poco a entrare in partita e a essere più concreto di Curcio. Il cross per Nicolao (colpo di testa a lato) al 21’ è l’anticamera del gol che arriverà sette minuti più tardi. Un’azione ben orchestrata che parte dal lancio di Rocca, passa per la sponda di testa di Nicolao e viene rifinita da Vitali. Turchetta è ben appostato e segna. A quel punto il Foggia annusa il colpaccio e aumenta la sua spinta. Ecco perché non ci si spiega tanto l’innesto di Gallo per Rocca, tra i migliori dei suoi. Ma l’ultimo sussulto si consuma nel sinistro di Vitali, bloccato in due tempi da Lewandowski. In pieno recupero Alastra fa felici i fotografi con un volo plastico a censurare le intenzioni aeree di Carillo. Finisce 1-1.

MESSINA (4-2-3-1) Lewandowski; Trasciani, Celic, Carillo, Fazzi; Rizzo (15’st Simonetti), Fofana (21’st Konate); Russo, Marginean (21’st Damian), Goncalves (10’st Statella); Adorante (9’st Piovaccari). A disposizione: Caruso, Fantoni, Camilleri, Konate, Rondinella, Balde, Angileri, Damian, Busatto. Allenatore: Raciti

FOGGIA (4-3-3) Alastra; Martino (14’pt Nicolao), Sciacca, Girasole, Rizzo; Garofalo, Di Paolantonio, Rocca (30’st Gallo); Merola, Ferrante (18’st Turchetta), Curcio (18’st Vitali). A disposizione: Volpe, Rizzo Pinna, Maselli, Buschiazzo. Allenatore: Zeman

Arbitro: Angelucci di Foligno

Assistenti: Camilli – Trasciatti di Foligno

Marcatori: 48’pt Russo (M), 28’st Turchetta (F)

Ammoniti: Adorante (M) Konate (M), Alastra (F), Piovaccari (M)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turchetta replica a Russo: il Foggia gioca meglio, ma pareggia ancora

FoggiaToday è in caricamento