rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Calcio

Il Foggia stecca, il Latina festeggia con un tris: al 'Francioni' brusco stop per i rossoneri

Si ferma la striscia di risultati utili della squadra di Cudini, sconfitta dai pontini con un rotondo 3-0: la sblocca Marino al 12' del primo tempo. Nella ripresa Fabrizi bissa in contropiede. In pieno recupero Fella fa tris dal dischetto

Una sconfitta che si poteva preventivare, soprattutto per la caratura e la forma dell'avversario. Ma il percorso nell'ultimo mese del Foggia aveva iniziato a solleticare le fantasie di molti, per questo lo 0-3 in casa del Latina è più pesante di quanto dovrebbe essere. Almeno nell'immediato. 

Sconfitta meritata per i satanelli, raramente in partita, poco precisi in fase di costruzione e ancor meno lucidi nelle (rare) situazioni pericolose costruite. Ringrazia il Latina, che raddoppia il vantaggio sui satanelli, e a quattro gare dal termine della regular season le sei lunghezze di divario sembrano quasi incolmabili. Nulla di compromesso, per carità. Ma ora il Foggia dovrà concentrarsi esclusivamente sulla difesa del decimo posto, a cominciare dal prossimo turno interno contro la Casertana. 

PRIMO TEMPO - Partenza a rilento. Sembra essere ormai un marchio di fabbrica. A Latina, come a Messina, il Foggia parte con il freno a mano tirato, concedendo campo al Latina. La differenza, rispetto alla trasferta siciliana, è che il Foggia stavolta uno schiaffo non riesce a schivarlo. Il gol - un po’ fortuito - di Marino all’11’ arriva sugli sviluppi di un corner, beneficiando di una uscita un po’ così di Perina, peraltro scivolato. Ma il vantaggio sarebbe potuto arrivare anche prima senza la grande risposta dello stesso portiere rossonero sulla perfetta inzuccata di Paganini, ben servito da destra da Alessio Riccardi. Il Foggia, riproposto con il 3-4-2-1 anche grazie ai recuperi di Riccardi e Vezzoni, si desta solo dopo il quarto d’ora. Guadagno è attento sulla velenosa conclusione di Rolando. Più seria sarà l’occasione che lo stesso 11 rossonero non concretizzerà al 39’ con una volée mancina fuori misura a vanificare l’ottimo traversone da sinistra di Millico, al termine di una delle poche transizioni ben orchestrate dai satanelli. Non è un bel Foggia, i demeriti della squadra di Cudini si compenetrano nelle virtù dei padroni di casa. La squadra di Fontana alterna bene i momenti di forte aggressione, a quelli di attesa per scatenare le ripartenze. A centrocampo, tutto ruota attorno al tuttofare Di Livio (il migliore dei suoi), che si traveste da Odjer, dominando in mediana e garantendo i giusti equilibri, malgrado al suo fianco agisca un giocatore tutt’altro che difensivo come Riccardi. Dall’altra parte il Foggia si accende di rado, anche perché Millico non sembra in giornata, come d’altronde Gagliano. Sugli scudi c’è solo Salines, che si fa apprezzare per tre chiusure difensive su altrettante ripartenze potenzialmente letali. 

SECONDO TEMPO - Il tema tattico sembra cambiare, con il Foggia che alza il baricentro e mette le tende nella trequarti del Latina. Tuttavia, la pulizia del fraseggio è piuttosto precaria e se si eccettua una respinta maldestra di Guadagno su un tiro-cross di Millico, i rossoneri producono davvero poco. Così il Latina può attendere e studiare i momenti opportuni per ripartire. Mastroianni grazia la squadra di Cudini al termine di una perfetta transizione. Sarà più cinico il suo sostituto Fabrizi, che impiega quattro minuti per bucare la porta di Perina, al termine di un preciso ‘dai e vai’ con Ercolano, che manda in tilt la retroguardia rossonera. La partita di fatto finisce. Un segnale, forse, lo lancia anche Cudini con i cambi, che concede scampoli anche giocatori fin qui poco impiegati (Antonacci, Embalo e Manneh). Il Latina può gestire e trova anche il tris con un altro subentrato, Fella, su penalty generato da un intervento di Perina su Mazzocco. 

LATINA (3-4-2-1) Guadagno; Cortinovis, Marino, Vona (13’st De Santis); Ercolano, Di Livio (37’st Fella), Riccardi, Crecco; Del Sole (20’st Mazzocco), Paganini; Mastroianni (20’st Fabrizi). A disposizione: Fasolino, Perseu, Sorrentino, Capanni Dias, Scravaglieri, Di Renzo. Allenatore. Fontana

FOGGIA (3-4-2-1) Perina; Salines, Riccardi, Rizzo; Silvestro (39’st Antonacci), Tascone (23’st Di Noia), Odjer, Vezzoni; Rolando (39’st Embalo), Millico (35’st Manneh); Gagliano (23’st Tonin). A disposizione: Nobile, Castaldi, Tenkorang, Martini, Schenetti, Marino, Papazov, Brancato. Allenatore: Cudini

Arbitro: Mazzoni di Prato

Assistenti: Marchese di Napoli - Turrini di Firenze

Quarto ufficiale. Rinaldi di Pisa

Marcatori: 12’pt Marino (L), 25’st Fabrizi (L) 

Ammoniti: Vona (L) 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Foggia stecca, il Latina festeggia con un tris: al 'Francioni' brusco stop per i rossoneri

FoggiaToday è in caricamento