rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Calcio

Spettacolo allo 'Zac', il Foggia ritrova il gioco e i tre punti: poker al Palermo

I rossoneri di Zeman rifilano un roboante 4-1 alla formazione siciliana. La sblocca Di Paolantonio al 4', al 26' Brunori segna tra le proteste dei rossoneri per l'infortunio di Volpe. Merola riporta avanti i suoi al 36'. Nella ripresa le firme di Garofalo e Curcio

Nella partita, sulla carta, più difficile di questo inizio di 2022, il Foggia spezza l'incantesimo lungo due mesi, ritrovando vittoria e un gioco a tratti spettacolare. Vittima odierna è stata il Palermo di Baldini, mai realmente in partita, nonostante il timido assalto di inizio ripresa. Bel Foggia, anche più forte della sfortuna (tre cambi per infortunio) e dell'episodio discusso e discutibile del gol di Brunori, giunto con il portiere Volpe fermato da un infortunio che lo ha poi costetto a uscire anzitempo dal campo. La squadra rossonera ha ripreso a fare gioco e a dominare la partita, ritrovando subito il vantaggio con Merola e chiudendo poi la partita nella ripresa con Garofalo e Curcio. Al netto degli infortuni, Zeman può sorridere per aver visto finalmente il Foggia che piace a lui e che piace ai tifosi. 

PRIMO TEMPO - Se non fosse per il controverso episodio avvenuto al 26', il primo tempo del Foggia sarebbe ricordato come il migliore della stagione. Funziona tutto nell'undici scelto da Zeman, dalle corsie – dove le catene difensore-mezzala-esterno combinano e si muovono con i tempi giusti, alle vie centrali. La presenza di Petermann sguinzaglia Di Paolantonio che a sinistra crea calcio e offre la giusta dose di quantità. Paga dazio il Palermo di Baldini, che sulle fasce accusa una perenne inferiorità numerica, anche a causa della scarsa collaborazione delle due sotto punte. In mezzo mancano le idee e misure. Non è un caso se Baldini al 37' cambia tre uomini, schierando Soleri per Floriano, Crivello per Felici e De Rose per Odjer.

Il triplo cambio arriva un minuto dopo il gol di Merola, che riporta avanti il Foggia. Bello l'assist di Curcio, più che mai vicino a Ferrante e non confinato sull'out come troppe volte accaduto agli esterni del Foggia. Merito del succitato funzionamento delle due catene. Prima però, al 4', c'è il gol di Di Paolantonio, sugli sviluppi di un corner. Perfetto l'inserimento dell'ex Monterosi su altrettanto preciso invito di Nicolao, preludio di un primo tempo di sostanza e qualità.

Le pagelle dei rossoneri

SECONDO TEMPO – Baldini getta subito nella mischia Fella, nel tentativo di ritrovare subito il pari. E l'atteggiamento del Palermo nei primi minuti conferma le intenzioni. I rosanero alzano il baricentro e per qualche minuto schiacciano i rossoneri nella propria metà campo. Ma il giovane Dalmasso corre pochi rischi. Con tre punte pure il Palermo perde ulteriormente gli equilibri e il Foggia, quando ha spazio fa male. Il lavoro pregevole delle mezzali si conferma anche nell'azione del 3-1: la piccininiana sciabolata di Di Paolantonio da sinistra è magistrale tanto quanto l'inserimento con voleé di piatto di Garofalo a destra. Partita praticamente chiusa, sulla quale giunge anche il sigillo di Curcio, con il 4-1 al termine di una stupenda azione sulla destra di uno scatenato Nicolao. Il resto del secondo tempo ha poco da raccontare, se non due belle risposte di Dalmasso che mantiene la personale imbattibilità infiammando la tribuna. “Vi vogliamo così”, il coro unanime delle due curve a fine partita. Forse, il peggio è passato.

Foggia-Palermo 4-1

FOGGIA (4-3-3) Volpe (27'pt Dalmasso); Nicolao, Buschiazzo (28'st Sciacca), Di Pasquale (15'st Girasole), Rizzo; Garofalo, Petermann, Di Paolantonio; Merola (15'st Vitali), Ferrante, Curcio. A disposizione: Gallo, Rizzo Pinna, Rocca, Maselli, Sciacca, Turchetta. Allenatore: Zeman

PALERMO (3-4-2-1) Pelagotti; Accardi, Lancini, Marconi; Valente, Damiani (16'st Silipo), Odjer (37'pt De Rose), Felici (37'pt Soleri); Luperini (1'st Fella), Floriano (37'pt Crivello) ; Brunori. A disposizione: Massolo, Somma, Perrotta, Mauthe. Allenatore: Baldini

Arbitro: Ricci di Firenze

Assistenti: Niedda di Ozieri – Piedipalumbo di Torre Annunziata

Quarto Ufficiale: Catanoso di Reggio Calabria

Marcatori: 4'pt Di Paolantonio (F), 26'pt Brunori (P), 36'pt Merola (F), 11'st Garofalo (F), 22'st Curcio (F)

Ammoniti: Luperini (P), Di Pasquale (F), Buschiazzo (F)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spettacolo allo 'Zac', il Foggia ritrova il gioco e i tre punti: poker al Palermo

FoggiaToday è in caricamento