rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Calcio

Foggia-Monopoli 1-0: le pagelle dei rossoneri

Buona performance dei due difensori centrali. L’attacco si accende a sprazzi, solo Ferrante convince pienamente

Quarto successo stagionale del Foggia (terzo tra le mura amiche) che supera di misura il Monopoli grazie a un gol di Ferrante al 32’ del primo tempo. Un Foggia non troppo brillante, che porta a casa i tre punti meritatamente, alla luce del numero di occasioni costruite, ma senza convincere pienamente. Un risultato che soddisfa sì Zeman, ma non tanto quanto la prestazione. Nella sfida di ieri, bene Ferrante, autore del gol vittoria (il quarto stagionale) e di una buona gara “macchiata” solo dal raddoppio sciupato malamente, anche per colpa dei crampi. Bene anche Garattoni e i due difensori centrali. Poco brillanti ancora Rocca e Curcio.  

FOGGIA (4-3-3) Alastra 6; Garattoni 7 Sciacca 6,5 Girasole 6,5 Martino 5,5 (15’st Nicoletti 5,5); Rocca 5,5 Petermann 6,5 Gallo 6; Merola 6,5 (15’st Merkaj 6) Ferrante 7 (42’st Rizzo Pinna s.v.) Di Grazia s.v. (13’pt Curcio 6). A disposizione: Volpe, Di Pasquale, Vigolo, Garofalo, Di Jenno, Ballarini, Tuzzo. All.: Zeman 6,5

Monopoli (3-5-2) Loria 7; Arena 6 Bizzotto 5 Mercadante 5,5; Viteritti 5 (33’Grandolfo s.v.) Piccinni 5,5 (1’st Hamlili 6) Vassallo 5 (29’st Morrone s.v.) Bussaglia 5,5 (17’st Nocciolini 5) Guiebre 5,5; D’Agostino 5 (17’st Novella 5,5) Starita 6. A disposizione: Guido, Riggio, De Santis, Fornasier, Tazzer, Nina, Langella, Novella. All.: Colombo 5,5

Arbitro: Cascone di Nocera Inferiore 5,5

Alastra 6 – Quelli del Monopoli sono dolorosi come le carezze di un lemure a un elefante. E quindi si dà da fare di più con i piedi, con risultati modesti. Fortuna che non siano errori gravi.

Garattoni 7 – La presenza dello spauracchio Guiebre lo induce a maggiore cautela. Centellina le incursioni, ma le cose migliori le fa in fase difensiva. Due chiusure nel segmento finale del match sono determinanti.

Sciacca 6,5 – Ritrova sicurezza a giudicare da come trova sistematicamente l’anticipo azionando il ribaltamento di fronte.

Girasole 6,5 – Non sarà un campione di eleganza, e d’altronde non gli si chiedono lezioni di galateo calcistico. Ma è tremendamente efficace. Quasi commovente l’azione personale, dopo un pregevole anticipo, che lo conduce sulla fascia a confezionare un traversone neppure tanto spregevole.

Martino 5,5 – Stavolta la fisicità non riesce a far passare in secondo piano le gaffe tecniche. Non incide anche perché trova scarsa assistenza (15’st Nicoletti 5,5 – Fa poco per migliorare la qualità del gioco sul suo versante. Rimedia anche un giallo evitabile).

Rocca 5,5 – Capitano per l’occasione, vista la panchina di Curcio. Non convince ancora per come gestisce il pallone. Troppi temporeggiamenti e tempi di gioco che saltano.

Petermann 6,5 – Sale in cattedra a uno spicchio dalla mezz’ora, con un sinistro che esalta le doti di Loria. Sveltisce la circolazione di palla ed è pure efficace quando deve schermare. Peccato per le due palle gol (soprattutto la seconda) che non sfrutta come dovrebbe.  

Gallo 6,5 – Trotterella sul centrosinistra, senza sapere cosa fare né come. Poi trova le argomentazioni giuste per intavolare un dialogo con Curcio, ma Loria spegne anche i suoi sogni di gloria dopo aver “zittito” Petermann. Ha un ruolo come corista, nella sinfonia che conduce al gol di Ferrante.

Merola 6,5 – Il voto positivo sta tutto nell’azione del gol. Sua la rifinitura per Ferrante, nella prima – e forse unica – percussione centrale. Per il resto, va a corrente alternata, come tutta la squadra. Si ostina a restare largo, malgrado il Monopoli non conceda nulla sulle corsie (15’st Merkaj 6 – Metterebbe un assist nel curriculum stagionale, se Ferrante non si impantanasse sul più bello).  

Ferrante 7 – A fine gara Zeman dirà che il gol sciupato è stata colpa di un crampo presentatosi proprio sul più bello. Un coito interrotto, cui fa seguito il cambio. Ma è lui che spacca la partita con un perfetto diagonale, a cui aggiunge tanto lavoro di sponda e di pressione. Se non è imprescindibile, poco ci manca (42’st Rizzo Pinna s.v.).  

Di Grazia s.v. – La sua partita non scavalla manco il primo quarto d’ora. Un muscolo gli presenta un conto che rischia di essere salatissimo. In bocca al lupo (13’pt Curcio 6 – Si aggiunge a Gallo, nell’ensemble che prepara il gol. Non c’è molto altro nel suo match, che chiude da prima punta senza ulteriori squilli).

All.: Zeman 6,5 – La squadra vince, ma non convince del tutto. Anche se il gol sarebbe da mostrare a un po’ di persone che pensano di saperne, ma invece… Ora, sotto col Bari. Servirà un Foggia perfetto o quasi. Quello che ha battuto il Monopoli non basterebbe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia-Monopoli 1-0: le pagelle dei rossoneri

FoggiaToday è in caricamento