Lunedì, 15 Luglio 2024
Calcio

In attesa delle risposte che diano senso a una estate senza senso

Tra la fine di questa settimana e l’inizio della prossima, mister Cudini si aspetta di vedere volti nuovi che vadano a rinforzare una rosa a corto di uomini e di qualità

È in programma domenica 20 agosto, alle ore 17, l’amichevole tra Foggia e Lucera. Una gara di prestigio per il club federiciano, mentre per i rossoneri di Mirko Cudini si tratterà del terzo impegno di questo travagliato precampionato, iniziato con la sfida di Coppa Italia - quattro giorni dopo l'inizio del ritiro - e proseguito con l’amichevole con lo Spello, e che arriva dopo la figuraccia con gli abruzzesi del Casalbordino per l’amichevole fatta saltare “per motivi logistici” di cui si fa fatica a comprendere la natura.

Tutto questo fa da contorno a una estate che definire surreale sarebbe troppo riduttivo. Dopo il ritorno da Assisi, la squadra ha osservato dei giorni di riposo prima di rimettersi al lavoro. Tra la fine di questa settimana e l’inizio della prossima, mister Cudini si aspetta di vedere volti nuovi che vadano a rinforzare una rosa a corto di uomini e di qualità, con le incognite legate ai neoacquisti, quasi tutti con poca esperienza e da valutare.

Servono almeno due difensori, un uomo d’ordine in mezzo al campo, uno o due esterni d’attacco e un centravanti. Necessità che non tengono conto di eventuali altre partenze che non si possono escludere, alla luce del principio di smantellamento attuato nelle scorse settimane (tra prestiti non rinnovati e calciatori ceduti). Il diktat presidenziale sulla durata dei contratti non aiuta, anche se il biennale fatto firmare a Marzupio potrebbe anche indicare una lieve inversione di tendenza. Chissà. Per la difesa si tenta sempre di trovare la quadra per il ritorno di Ivan Kontek. L’ex Siena Riccardi è il nome nuovo delle ultime ore.

Si attendono novità sul fronte Frigerio, per il quale il club attende ancora offerte economicamente soddisfacenti prima di dare l’ok alla cessione. Intanto, il ragazzo non ha ancora svolto un secondo di allenamento con la squadra. Si allenano a parte il portiere Nobile, i centrocampisti Vacca e Odjer e l’attaccante Vuthaj, tutti e quattro messi fuori rosa in quanto non rientrano nei piani tecnici del club. O forse sarebbe meglio dire piani tecnico-economici, alla luce degli stipendi onerosi di cui il club si disferebbe volentieri ma che, di fatto, rendono complicato l'avvio di ogni trattativa. 

In tutto ciò, c’è chi in società coltiva ancora la speranza di ricevere buone notizie dai tribunali. Intanto, il ricorso presentato dal Foggia al Consiglio di Stato è stato accorpato agli altri ricorsi e sarà discusso il 29 agosto prossimo. Sono comunque bassissime le probabilità di un clamoroso ribaltamento della sentenza pronunciata dal Tar lo scorso 2 agosto. Cinque giorni più tardi, è previsto l’avvio del campionato di C, con il derby allo ‘Iacovone’ con il Taranto. Provare a immaginare come si presenterà la squadra di Cudini è impresa titanica. Gli ottimisti più integerrimi continuano a sostenere che quella partita il Foggia non la giocherà mai. 

Resta, tuttavia, l’assurdità della situazione attuale nella quale il sogno non ancora assopito di un ripescaggio che avrebbe del clamoroso confligge con i propositi di ridimensionamento (ma con la promessa di disputare "un campionato dignitoso") in caso di permanenza in terza serie. Proprio per questo, la logica imporrebbe che si desse priorità alla realtà attuale, come sollecitato dallo stesso mister Cudini durante la sua conferenza stampa di presentazione. Il tecnico attende riscontri concreti dopo settimane di immobilismo e silenzi. Risposte che anche la piazza auspica perché si dia un senso a una estate che è stata, fin qui, tra le più illogiche della storia recente del club. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In attesa delle risposte che diano senso a una estate senza senso
FoggiaToday è in caricamento