rotate-mobile
Calcio

L'Orta Nova agguanta il Trinitapoli all'ultimo minuto e recrimina

Bruno risponde a Campanella. Che però segna dopo aver commesso fallo su Mastropasqua. Mister Agnelli non ci sta, protesta e viene espulso

Pari e patta tra Orta Nova e Trinitapoli. A San Ferdinando di Puglia finisce 1-1 tra la formazione dell’ex Luigi Agnelli (quando nella passata stagione la Di Benedetto era l’Audace Barletta, ndr) e gli ospiti di mister Scaringella, prossimi avversari del San Severo.

Nel primo tempo ortesi pericolosi con Lomuscio e Bentos: il primo si libera di Tarolli, ex Foggia, il secondo spara a rete a colpo sicuro ma la difesa trinitapolese mura la conclusione e la devia in corner. Sugli sviluppi è il portiere Tarolli a prodursi in una gran parata che toglie letteralmente dalla porta un colpo di testa ortese destinato a gonfiare la rete. A dargli una mano, nella circostanza, anche la traversa. Ancora Tarolli protagonista su Bentos quando per due volte in pochi secondi si oppone ai tentativi di bucarlo da parte del numero nove del Team.

Nella ripresa Trinitapoli pericoloso con D’Onofrio ma Miranda Pocai sventa con l’aiuto del palo e poi con Mbaye ma anche stavolta il portiere dei padroni di casa è attento. Al 75’ Trinitapoli in dieci per l’espulsione di Diomande per somma di ammonizioni. Nonostante l’inferiorità numerica gli ospiti passano in vantaggio con un colpo di testa dell’esperto difensore Campanella sugli sviluppi di un corner. Vibranti proteste degli ortesi, nella circostanza, per un fallo in area che costringe successivamente Mastropasqua ad uscire per infortunio e Agnelli ad uscire dal campo, espulso dall’arbitro per proteste. Al 91’ l’Orta Nova pareggia con il difensore Bruno che insacca di testa alle spalle di Tarolli su sponda aerea di Bentos.

“Il pareggio ci sta stretto ma accettiamo il punto conquistato. Certamente il vantaggio del Trinitapoli è stato frutto di un fallo evidente, un brutto gesto che ha costretto un nostro giocatore a uscire poi dal campo, infortunato – commenta a fine gara l’allenatore dell’Orta Nova, Luigi Agnelli - Ho esagerato sicuramente nelle proteste ma non potevo trattenermi dall’esprimere tutto il mio disappunto per un gesto antisportivo che ci è costato un gol subito in modo immeritato. Una evidente gomitata nelle costole di Mastropasqua ha permesso a Campanella di segnare. Sono comunque soddisfatto della prestazione della mia squadra che ha saputo creare più di una occasione nitida che Tarolli e la sfortuna non hanno permesso di tramutarsi in gol. Ora ci aspetta una partita difficilissima contro la capolista Barletta. Ma non dobbiamo affrontarlo con timore. Dovremo giocare a calcio perché solo in questo modo potremo metterlo in difficoltà. Siamo sulla strada giusta, stiamo migliorando di partita in partita e sono soddisfatto delle risposte che sto ottenendo da ogni calciatore che compone la rosa a mia disposizione”, conclude Agnelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Orta Nova agguanta il Trinitapoli all'ultimo minuto e recrimina

FoggiaToday è in caricamento