rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Calcio

Tutto sull'avversario del Foggia: il Messina

I peloritani sono in una fase positiva con l'avvento del tecnico Raciti in panchina. Domenica scorsa "corsari" a Bari

Quella che doveva essere un’altra buona occasione per fare tre punti in chiave piazzamento in zona play-off, diventa una sfida in cui i tre punti possono servire a mettere distanza tra le paure e la tranquillità. Messina-Foggia è una sfida tra chi cerca punti per tirarsi fuori dalla zona play-out come i peloritani e chi deve farli per riagganciare una zona play-off dalla quale è uscito fuori per la prima volta domenica scorsa come i rossoneri. Poco importa se, aggiungendo i due punti in più della penalizzazione, i dauni sarebbero ottavi. Perché dal 22 dicembre, giorno della sfida casalinga al Monterosi, a domenica scorsa in casa contro la Fidelis Andria, il Foggia non ne ha azzeccata una, perdendo punti e partite contro avversari modesti. Roba che un altro allenatore sarebbe stato esonerato da tempo. Brutta gatta da pelare per patron Canonico che, in caso di risultato negativo anche in riva allo Stretto, dovrebbe violentare sé stesso pur di non esonerare il Maestro Zeman.

Sta di fatto che il Foggia ha già affrontato e vinto due volte contro il Messina in questa stagione tra campionato e Coppa Italia di Serie C. In entrambe le occasioni c’era Sullo in panchina, poi sostituito dal “fugace ex” rossonero Capuano a sua volta rimpiazzato da Ezio Raciti. A testimonianza di una stagione tribolata in casa messinese, comprensiva di addio del “diggì” Lo Monaco e delle polemiche al veleno di un altro “fugace ex” rossonero come Milinkovic.
C’è da riconoscere, però, che con l’arrivo di Raciti in panchina, il Messina ha iniziato a carburare. Ha perso solo una volta nelle ultime 6 giornate. Tre pareggi e due vittorie tra cui l’ultima, domenica scorsa, ottenuta addirittura sul campo della capolista Bari.

Il Messina ha finora raccolto 22 punti frutto di cinque vittorie e sette pareggi. Dodici le sconfitte subite per un totale di 27 reti realizzate e ben 44 subite, peggior difesa del torneo. Roba da leccarsi i baffi per Zeman. Al “San Filippo-Franco Scoglio” il Messina ha finora vinto tre incontri, pareggiato quattro partite e perso in quattro circostanze per dodici reti segnate e quattordici subite. Cannoniere della squadra è l’attaccante Adorante con 6 centri. Seguono il difensore Goncalves, il centrocampista Marginean e l’attaccante ex Foggia Balde con tre gol ciascuno. Due per l’attaccante Vukusic (a segno in campionato contro il Foggia), che non fa più parte della rosa dei siciliani. Uno a testa per i difensori Celic, Morelli, Rondinella, Trasciani (arrivato a gennaio dal Teramo) e Sarzi Puttini (ceduto al Latina); per i centrocampisti Fofana e Simonetti; per gli attaccanti Busatto, Catania e Russo.

Movimentato il mercato di riparazione invernale con molti arrivi: Camilleri in difesa dal Lamezia, Dipinto dalla Fidelis Andria, Rizzo dal Pescara e Statella dal Lavello a centrocampo, Piovaccari in attacco dalla Paganese, sono alcuni dei volti nuovi ed esperti su cui i giallorossi puntano per salvarsi.

Arbitro dell’incontro sarà Luca Angelucci di Foligno. Calcio d’inizio sabato alle 17:30.

Di seguito l’attuale rosa del Messina. Per ciascun calciatore, tra parentesi, provenienza, anno di nascita, presenze e reti aggiornate alla 24esima giornata
 

MESSINA – Allenatore: Salvatore Sullo poi Ezio Capuano poi Ezio Raciti

PORTIERI
Leonardo Caruso (Proveniente dal Seregno – 1999) (0/-0 + 0/-0 nel Seregno)
Antonino Fusco (Proveniente dal Gladiator – 2000) (2/-6)
Michal Lewandowski (Proveniente dal Teramo – 1996) (22/-38)

DIFENSORI
Anthony Angileri (Proveniente dal Piacenza – 2001) (2/0 + 0/0 nel Piacenza)
Vincenzo Camilleri (Proveniente dal Lamezia – 1992) (1/0 + 14/0 nel Lamezia)
Luigi Carillo (Proveniente dalla Casertana – 1996) (23/0)
Maks Celic (Proveniente dal Varazdin – 1996) (18/1)
Nicholas Fantoni (Proveniente dal Vicenza – 2002) (9/0)
Tiago Goncalves (Proveniente dal Real Valladolid B – 2000) (11/3)
Bozo Mikulic (Proveniente dall’Hajduk Spalato II - 1997) (12/0)
Gabriele Morelli (Proveniente dal Sudtirol – 1996) (13/1)
Genny Rondinella (Proveniente dalla Pistoiese – 2001) (10/1)
Davide Spaticchia (Proveniente dal Camaro – 2003) (1/0)
Daniele Trasciani (Proveniente dal Teramo – 2000) (2/1 + 3/0 nel Teramo)

CENTROCAMPISTI
Riccardo Burgio (Proveniente dal Piacenza – 2001) (1/0 + 6/0 nel Piacenza)
Filippo Damian (Proveniente dalla Ternana – 1996) (19/0)
Nicola Dipinto (Proveniente dalla Fidelis Andria – 2002) (0/0 + 13/3 nella Fidelis Andria)
Nicolò Fazzi (Proveniente dalla Sambenedettese – 1995) (18/0)
Lamine Fofana (Proveniente dal Carpi – 1998) (23/1)
Amara Konate (Proveniente dal Perugia – 1999) (17/0)
Iulius Marginean (Proveniente dal Sassuolo – 2001) (12/3)
Mattia Matese (Proveniente dalla Casertana – 2001) (2/0)
Giuseppe Rizzo (Proveniente dal Pescara – 1991) (3/0 + 12/0 nel Pescara)
Lorenzo Simonetti (Proveniente dalla Pistoiese – 1996) (19/1)
Giuseppe Statella (Proveniente dal Lavello – 1988) (2/0 + 18/3 nel Lavello)

ATTACCANTI
Andrea Adorante (Proveniente dal Virtus Francavilla – 2000) (22/6)
Ibourahima Baldé (Proveniente dal Foggia – 1999) (17/3)
Tommaso Busatto (Proveniente dal Vicenza – 2002) (11/1)
Lorenzo Catania (Proveniente dall’Accademia Pavese – 1999) (14/1)
Gianmarco Distefano (Proveniente dal Paternò – 2000) (11/0)
Federico Piovaccari (Proveniente dalla Paganese – 1984) (2/0 + 16/4 nella Paganese)
Raffaele Russo (Proveniente dal Grosseto – 1999) (18/1)

CEDUTI NEL CORSO DELLA STAGIONE
Daniele Sarzi Puttini (D) (Proveniente dal Bari e poi ceduto al Latina – 1996) (14/1)
David Milinkovic (A) (Proveniente dal Vancouver – 1994) (3/0)
Ante Vukusic (A) (Proveniente dal Fscb e poi svincolato – 1991) (12/2)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto sull'avversario del Foggia: il Messina

FoggiaToday è in caricamento