rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Calcio

Messina-Foggia 1-1: le pagelle dei rossoneri

Decisivi i cambi: Vitali rifinisce, Turchetta concretizza. Bene anche Rocca, male ancora Rizzo. Preoccupano gli infortuni

“Sono contento della prestazione, non del risultato perché meritavamo qualcosa in più del pareggio. Un punto non ci soddisfa anche se muove qualcosa in classifica. Abbiamo sempre fatto la partita anche se non siamo stati fortunati a chiudere con il gol”.

La lettura della partita da parte di mister Zeman rispecchia la realtà. A Messina si è visto il miglior Foggia del 2022, ma i progressi evidenti della squadra non sono bastati a portare a casa la vittoria. Due punti persi, più che uno guadagnato, malgrado sia stato il Foggia, ancora una volta, a dover inseguire l’avversario e tentare una rimonta completata soltanto a metà.

Intanto, la classifica vede i satanelli ancora una volta fuori dalla zona playoff che dovrà essere riconquistata nelle prossime settimane, quando il Foggia affronterà in serie tutte formazioni attualmente davanti in classifica. Si parte martedì da Palermo, per poi andare a Monopoli, Torre del Greco, fino all’atteso derby con il Bari di fine febbraio.

Quattro sfide pesanti che diranno dove può arrivare questo Foggia. Nella speranza che la buona sorte mostri un po’ più di clemenza. Anche ieri il boemo ha dovuto effettuare due cambi per infortunio. Serio sembra quello di Martino, che di fatto lascia i rossoneri senza un terzino destro di ruolo, da valutare quello di Rocca, il quale difficilmente sarà della partita dopodomani: “Preoccupano gli infortuni anche perché abbiamo un viaggio lungo e martedì si gioca di nuovo”.

MESSINA (4-2-3-1) Lewandowski 7; Trasciani 6 Celic 6,5 Carillo 6 Fazzi 6; Rizzo 6 (15’st Simonetti 6) Fofana 6,5 (21’st Konate 6); Russo 7 Marginean 5,5 (21’st Damian 6) Goncalves 5,5 (10’st Statella 6); Adorante 5,5 (9’st Piovaccari 6,5). A disposizione: Caruso, Fantoni, Camilleri, Konate, Rondinella, Balde, Angileri, Damian, Busatto. Allenatore: Raciti 6

FOGGIA (4-3-3) Alastra 6,5; Martino s.v. (14’pt Nicolao 6,5) Sciacca 5 Girasole 6,5 Rizzo 5; Garofalo 5,5 Di Paolantonio 6 Rocca 6,5 (30’st Gallo s.v.); Merola 5 Ferrante 5,5 (18’st Turchetta 6,5) Curcio 5,5 (18’st Vitali 6). A disposizione: Volpe, Rizzo Pinna, Maselli, Buschiazzo. Allenatore: Zeman 6

Arbitro: Angelucci di Foligno 6,5

Assistenti: Camilli 6 – Trasciatti di Foligno 6

Alastra 6,5 – L’uscita kamikaze su Piovaccari poteva costare carissimo. Fortuna che l’assistente segnali l’offside, ma l’arbitro non gli risparmia comunque il giallo che costa caro, perché era diffidato. Bella la parata in pieno recupero. Incolpevole sul gol. 

Martino s.v. – Meno di quarto d’ora prima di crollare a terra per un infortunio muscolare, all’apparenza, tutt’altro che banale (14’pt Nicolao 6,5 – A destra ha il ‘disagio’ di doversi spostare sul mancino per proporre. Epperò, questo non pregiudica la qualità delle giocate. Mette la ‘cabeza’ nell’azione del pari).

Sciacca 5 – L’emergenza in difesa lo costringe, forse, ad accelerare il recupero. Non è al meglio e si vede. Commette due gravi errori, il secondo dei quali spiana la strada verso il gol ai messinesi.

Girasole 6,5 – La presenza di un leader difensivo come Sciacca lo tranquillizza. Infatti, le sbandate delle prestazioni precedenti si riducono sensibilmente. Vale quasi quanto un gol l’intervento difensivo su Fofana che impedisce al Messina di passare in vantaggio. Regge, seppur con qualche affanno nelle ripartenze dei padroni di casa quando il Foggia è tutto proiettato in avanti.

Rizzo 5 – Non è Nicoletti e questo è ormai conclamato. Ha corsa e velocità, virtù che non trovano l’assistenza fondamentale della qualità. E poi c’è la fase difensiva, questa sconosciuta. Persino Piovaccari lo lascia sul posto.

Garofalo 5,5 – Gara sporca la sua, fin troppo. Mancano gli inserimenti, qualità che ha e che gli consente di dissimulare certe incertezze tecniche.

Di Paolantonio 6 – Ha la delega all’ordine, in assenza di Petermann. Svolge il compito con diligenza, concedendosi anche qualche pregevole cambio di gioco. Certo, con un attacco più incisivo, anche il suo lavoro sarebbe ingentilito.

Rocca 6,5 – Tra i migliori nel primo tempo, status che conferma nella ripresa. Ammirevole un recupero difensivo dopo una corsa di 50 metri. Non dimentica, però, di avere piedi educatissimi, come nell’azione del gol che nasce da una sua perfetta apertura (30’st Gallo s.v.).

Merola 5 – Una serpentina in area di rigore che gli frutta un corner e niente più. Il ritrovamento non si consuma neppure dopo il passaggio al centro. Forse è il caso di non scomodare più certi paragoni, almeno fino a quando non sarà lui in primis a dimostrare di meritarli.

Ferrante 5,5 – Si danna l’anima a pressare e correre, ma anche il più creativo degli attaccanti non può inventarsi il gol se i palloni latitano come le bistecche in una cena vegan. Zeman, coraggiosamente, lo toglie a mezz’ora dalla fine, anche perché con quattro partite in meno di due settimane, e un solo vero centravanti, va tutelato come un panda (18’st Turchetta 6,5 – Il pifferaio ha voglia di suonare il suo primo brano. Detto fatto. Entra bene in partita e soprattutto entra bene nell’area di rigore).

Curcio 5,5 – Sfortunatamente le sue due conclusioni sono troppo centrali e Lewandowski è nella giornata sì. Ma la sua gara è un connubio di errori, anche banali. La scarsa ispirazione finisce col danneggiare anche Ferrante (18’st Vitali 6 – La zampetta mancina ispira il gol di Turchetta. Una piccola gemma che giustifica il suo ingresso in campo. Ma può e deve fare di più. Magari qualche dribbling in meno e qualche taglio centrale in più).

Zeman 6 – Evita il quarto k.o. di fila in trasferta, ma alla fine può e deve recriminare per la mancata vittoria. Il Foggia a tratti ha dominato, regalando a fine primo tempo un gol evitabilissimo a un nonnulla dal duplice fischio dell’arbitro. Resta l’emergenza infortuni, ma qui forse ci sarebbe da fare un discorso a più ampio raggio, soprattutto sulle scelte in sede di mercato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messina-Foggia 1-1: le pagelle dei rossoneri

FoggiaToday è in caricamento