rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Calcio

Il Cerignola riparte da quattro pilastri

Patron Grieco dà il via alla stagione 2022/2023 che vedrà l'Audace impegnato in Serie C dopo 85 anni di assenza

Patron Nicola Grieco apre i giochi in grande stile. Come sua abitudine. Tornato al timone dell'Audace Cerignola dopo due stagioni di assenza, si è messo subito a lavoro per programmare la prossima stagione che vedrà impegnati i gialloblu nel girone C di Serie C dopo un'assenza lunga 85 anni. Una stagione che si presenta affascinante: dal derby contro il Foggia, un assaggio del quale si è già avuto in D nella stagione 2019/2020, a tante inedite sfide per una compagine che intende far bene. E possibilmente stupire, ma senza l'ansia da prestazione di centrare per forza obiettivi eccellenti. Bisognerà assestarsi, conoscere il campionato, costruire con pazienza i presupposti per i successi futuri. E non poteva che essere Michele Pazienza, a proposito di "pazienza", il prescelto per guidare i cerignolani anche in Serie C nella prossima stagione dopo aver stravinto il girone H di Serie D. Assieme a lui ci sarà, ovviamente, Elio Di Toro, direttore sportivo, ormai una certezza tanto per l'Audace quanto nel panorama dei "diesse" a livello regionale e non solo. Non potevano mancare le conferme di bomber Giancarlo Malcore, 23 reti in 32 presenze nella regular season alle quali aggiungere altre due in Coppa Italia di categoria e una nella poule scudetto, e capitan Jimmy Allegrini, due gol in 32 apparizioni nell'ultimo torneo. Per l'attaccante classe 1993 e per il difensore classe 1989 si tratterà della terza stagione di fila in gialloblu. Scontate le conferme anche per quel che concerne lo staff di mister Pazienza: dal secondo, Antonio La Porta al preparatore dei portieri Antonio Cagnazzo, tutti ex Foggia come il mister.
Per il resto non è da escludersi qualche altra conferma nei prossimi giorni. A partire dal forte esterno d'attacco Achik. Per Dorval, invece, si stanno per aprire le porte della Serie B a Bari che, però, potrebbe lasciare in prestito l'esterno di difesa proprio ai cerignolani per maturare esperienza. Elementi come SIrri, Longo, Tascone e Strambelli potrebbero tornare utili per conoscenza della categoria e per affidabilità dimostrata con la maglia del Cerignola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cerignola riparte da quattro pilastri

FoggiaToday è in caricamento