rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Calcio

Derby senza tifosi, la ‘Nord’ critica: “Chiudete il nostro settore, non penalizzate chi è stato solo spettatore”

In una nota, gli ultrà della curva intitolata a Franco Mancini commentano i fatti avvenuti durante Foggia-Avellino e la decisione, ormai certa, di far disputare il derby col Cerignola a porte chiuse

Il primo derby di Capitanata nel calcio professionistico si giocherà a porte chiuse. Manca solo l’ufficialità da parte della Prefettura, che potrebbe giungere tra oggi e domani. 

Il provvedimento è destinato a far discutere e già ha generato un certo malcontento soprattutto fra gli abbonati, anche alla luce della decisione di tenere aperto lo ‘Zac’ nella gara di coppa Italia con il Crotone in programma questa sera: “Passa il tempo, cambiano le stagioni ma gli scenari sono sempre gli stessi e ci ritroviamo con il settore ospiti chiuso in una gara di Coppa, dopo una trasferta negata a Monopoli e con la consapevolezza che la prossima gara in casa sarà a porte chiuse”, esordiscono in una nota gli ultrà della Curva Nord. 

“Già, dannati ultrà. Sembra tutto così chiaro eppure non è tutto vero ciò che vi raccontano, ci sono superficialità e disattenzione alla base di quanto accaduto lunedì sera”. 

Gli ultrà del settore intitolato alla memoria di Franco Mancini non cercano scuse o giustificazioni: “Siamo qui solo a fare un po' di chiarezza e ad evidenziare come una qualsiasi reazione sia conseguenza di un'azione uguale e contraria. Con chi ce l'abbiamo? Con chi fa sì che sistematicamente gli ultras entrino con netto ritardo negli stadi, con chi permette che all'interno di un impianto sportivo entrino bottiglie di vetro che quando lanciate da un settore ad un altro sono più pericolose di un razzo, con chi molto spesso abusa della propria autorità. E sì, è questa la dura realtà. Ciò non significa esimerci dalle nostre responsabilità, non lo abbiamo mai fatto, ma ci piacerebbe che anche gli altri si assumessero le loro come è giusto che sia. Ci conoscete noi non siamo quelli del "porgi l'altra guancia" bensì del "occhio per occhio" e certe situazioni ci infervoriscono particolarmente, sappiamo a cosa andiamo incontro e accettiamo le conseguenze per ciò che è giusto che sia fatto, non di certo per arresti di comodo solo per dare notizia né per facili divieti”. 

Per la ‘Nord’ la chiusura dell’intero stadio sarebbe una scelta esagerata oltre che penalizzante per tutti i tifosi: “Vorremmo fosse fatta mea culpa anche da chi si fa garante della legge evitando così di prendere sciocchi provvedimenti, perché chiudere uno stadio è solo una privazione al Foggia calcio e ai suoi tifosi, chiudeteci il settore, ma non penalizzate chi è stato solo spettatore di alcuni momenti folcloristici. A noi della Nord va bene così purché sappiate che nessun arresto divieto o repressione fermerà il nostro amore. La nostra è mentalità e nessuna autorità potrà farci smettere di essere un ultrà”.



 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derby senza tifosi, la ‘Nord’ critica: “Chiudete il nostro settore, non penalizzate chi è stato solo spettatore”

FoggiaToday è in caricamento