Calcio

Cinquina sulla ruota di Foggia: i rossoneri regolano il Sorrento e superano il turno di Coppa

Apre Embalo al 24' del primo tempo su rigore; dieci minuti dopo arriva il raddoppio di Rossi con una gran conclusione dal limite. L'attaccante fa il bis a inizio ripresa, prima della doppietta di Peralta. Al secondo turno i rossoneri affronteranno l'Avellino, vittorioso con il Monopoli

Se non è stata una formalità, poco ci manca. Il Foggia fa il suo dovere e supera agevolmente il Sorrento infarcito di ragazzini. 5-0 il punteggio finale, che ha visto Embalo e Peralta mettere a segno una doppietta ciascuno. In gol anche Rossi, autore del momentaneo 2-0. Nel secondo turno i rossoneri affronteranno l’Avellino, che questo pomeriggio ha battuto 3-0 il Monopoli, prossimo avversario dei satanelli in campionato domenica prossima. 

PRIMO TEMPO – Per qualcuno è una opportunità per dar spazio a chi in campionato ha giocato (e magari giocherà) poco. Per altri è quasi un fastidio, per altri ancora una vetrina per i giovani. Appartiene sicuramente all’ultima categoria mister Maiuri, che si presenta allo Zaccheria con una pletora di under 20. L’occasione per farsi notare e per accarezzare l’emozione di giocare in uno stadio dove si è fatta la storia. Di fatto, a parte il portiere di riserva D’Aniello (2003), tutti i calciatori presenti sono nati dopo il 1° gennaio 2004. Normale che a condurre le operazioni sia il Foggia, nel quale trovano spazio i fuori lista (in campionato) Odjer e Di Modugno, oltre ai vari Cucchietti, Papazov, Rossi, Fiorini e Idrissou. C’è anche Vacca, titolare per la seconda volta dal suo ritorno in Capitanata, dopo la gara di playoff della scorsa stagione con il Potenza. I ritmi blandi agevolano il numero cinque, che si diverte a galleggiare tra la trequarti centrale e l’out mancino da dove si ha sempre la sensazione che possa venir fuori qualcosa. Dopo un avvio timido, il Foggia inizia ad alzare i giri e per la porta di Del Sorbo i pericoli crescono. Per sbloccarla, tuttavia, serve un ingenuo fallo su Embalo di uno dei giovani ragazzini sorrentini. Lo stesso attaccante trasforma, non senza qualche apprensione. A quel punto la gara, che già inizialmente sembrava onestamente agevole, diventa una discesa libera. Fioccano le occasioni, alcune clamorose come quelle capitate ad Antonacci al 26’ (deviazione mancata a porta vuota dopo un’uscita sballata di Del Sorbo), e a Odjer e Idrissou (sulla stessa azione) tre minuti più tardi (bordata del centrocampista respinta dal portieri che respinge di piede sul tap in dell’attaccante). Azioni che precedono il raddoppio dei rossoneri. Lo segna Rossi con una meraviglia dai venti metri, che va a morire sotto il sette alla destra di Del Sorbo. 

SECONDO TEMPO – La ‘tranquillità’ della partita consente a mister Cudini di dare spazio anche ai ragazzi. C’è un po’ di amarcord nell’ingresso dal 1’ di Gerardo Agnelli, figlio di Cristian, che fa il suo esordio con la maglia del Foggia in una partita ufficiale. Seppur fisicamente ancora acerbo, il figlio d’arte sembra sapere già il fatto suo. Gioca semplice, ma con personalità a giudicare dalla bordata che impegna D’Aniello (subentrato a Del Sorbo). Il gol del 3-0, però, lo realizza Embalo, che fa doppietta con un preciso sinistro a giro che bacia la traversa e cade oltre la linea di porta. Per il piccolo Agnelli c’è la gioia dell’assist per il quarto gol realizzato da Peralta, subentrato proprio al guineense. Nella girandola di cambi, Cudini dà spazio anche a Schenetti e ai due under 18 Pazienza e Brancato. Il quinto gol lo realizza ancora Peralta con un bel sinistro a giro dalla destra. Le curve a fine gara apprezzano: "Vi vogliamo così". 

Foggia-Sorrento 5-0: il tabellino

FOGGIA (4-3-1-2) Cucchietti; Di Modugno, Papazov, Riccardi, Antonacci (1’st Agnelli); Rossi, Odjer (26’st Pazienza), Fiorini; Vacca (26’st Schenetti); Idrissou (35’st Brancato), Embalo (15’st Peralta). A disposizione: De Simone, Dalmasso, Martini, Marino, Tonin, Vezzoni, Di Noia, Salines, Carillo. Allenatore: Cudini

SORRENTO (4-3-2-1) Del Sorbo (1’st D’Aniello); Sorrentino, Gallo, Spina (16’st Ilardi), Somma; Caravaca (32’st Musto), Crisci, Pazzi (16’st Di Martino); Kone, Aiello; Braccioforte (39’st Ottieri). A disposizione: Sannino, Cinque, Gargiulo, Fortunato, Antonozzo, Gaglione, Iaccarino. Allenatore: Maiuri
Arbitro: Peletti di Crema 

Assistenti: Galasso di Torino - Andriambelo di Roma 1 

Marcatori: 24’pt rig. Embalo (F), 35’pt Rossi (F), 6’st Embalo (F), 28’st, 41’st Peralta (F) 

Ammoniti: Idrissou (F), Schenetti (F) 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinquina sulla ruota di Foggia: i rossoneri regolano il Sorrento e superano il turno di Coppa
FoggiaToday è in caricamento