Sabato, 13 Luglio 2024
Calcio

Kontek e Rutjens si presentano: "Foggia grande piazza, pronti a dare il massimo"

Sono loro i primi due tasselli del Foggia, giunti per completare – con Sciacca, Di Pasquale, Rizzo e Leo – il sestetto difensivo e garantire al tecnico rossonero un ventaglio di alternative più ampio per la difesa a tre

Ruoli uguali, filosofie differenti, quasi opposte. Christian Rutjens e Ivan Kontek si presentano alla platea rossonera. L’emozione e la timidezza sono evidenti nelle risposte concise, ma non superano in intensità la voglia di mettersi a disposizione di mister Gallo. Sono loro i primi due tasselli del Foggia, giunti per completare – con Sciacca, Di Pasquale, Rizzo e Leo – il sestetto difensivo e garantire al tecnico rossonero un ventaglio di alternative più ampio per la difesa a tre. Più fisico lo spagnolo, maggiormente a suo agio nell’impostazione il croato, retaggio di un passato non troppo da centrocampista: “Ci ho giocato a Terni. Sono disponibile anche in quella posizione se il mister vorrà”, commenta l’ex Ternana e Cesena.

Nelle file degli umbri Kontek fu tra i protagonisti del trionfale campionato stravinto dalla formazione allora allenata da Lucarelli. I successivi 18 mesi, divisi tra Terni e Cesena, non sono stati altrettanto idilliaci. Ambiziosa è la formula con la quale si è trasferito in Capitanata, prestito con riscatto che diventerebbe obbligatorio in caso di promozione in serie B: “Spero di restare qui”, l’auspicio del centrale classe ’97, il cui arrivo in Capitanata è stato ‘agevolato’ da due ex compagni: “Ho parlato con Peralta e Ferrante, mi hanno raccontato della grandezza di questa città e di questa piazza. Il giorno dopo sono arrivato qui”.

Minori le conoscenze di Rutjens, che però ha ricevuto feedback positivi su mister Gallo da un ex compagno: “Lui è stato con il mister a La Spezia, mi ha detto solo cose buone”. Lo spagnolo arriva da Malta, dove ha potuto assaporare anche l’Europa, disputando un turno preliminare di Conference League: “È stata una bella esperienza, ma qui trovo un grande stadio e un grande pubblico”. Nella difesa a tre di Gallo si vede braccetto: “A destra o sinistra non fa differenza, gioco con entrambi i piedi. Sono un giocatore fisico e aggressivo, bravo di testa. Atleticamente sto bene, posso già giocare dal 1’ se il mister vorrà”. “Io sono il suo opposto”, precisa sorridendo Kontek: “Mi piace giocare la palla e impostare, per cui mi trovo bene da centrale”. Su una cosa sono perfettamente in linea: “Abbiamo trovato un grande gruppo dentro e fuori dallo spogliatoio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kontek e Rutjens si presentano: "Foggia grande piazza, pronti a dare il massimo"
FoggiaToday è in caricamento