rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Calcio

Dietrofront di Canonico, arrivano le scuse alla Fondazione: "Quanto detto non rappresenta il mio reale pensiero"

Il presidente del club rossonero fa un passo indietro rispetto alle dichiarazioni rilasciate nella conferenza stampa di giovedì, alle quali ieri sera ha replicato la Fondazione: "È stata una giornata particolarmente faticosa ed emotivamente impegnativa"

“Le parole, pronunciate nel corso di una conferenza stampa tenuta alla fine di una giornata particolarmente faticosa ed emotivamente impegnativa, non rappresentano il mio reale pensiero e, se sono apparse lesive della dignità della Fondazione e del suo Presidente, rappresento le mie pubbliche scuse agli interessati”.

Sono le parole che Nicola Canonico affida ai canali ufficiali del Calcio Foggia 1920, per attenuare le tensioni con la Fondazione Capitanata per lo Sport.

Tensioni sorte a margine della conferenza stampa di due giorni fa, durante la quale è stato ufficializzato l’addio di Zeman. Tra i vari passaggi, il presidente aveva destinato parole forti alla Fondazione e al suo presidente Aristide Guerrasio: “Mi auguro che Sario Masi diventi il presidente”, aveva poi aggiunto.

Non si è fatta attendere la replica dello stesso Guerrasio, che ha giudicato le dichiarazioni “gravemente lesive oltre che clamorosamente infondate”, minacciando di intraprendere “ogni opportuna azione”, in caso di mancate scuse o rettifiche.

Scuse che, a mente fredda, sono giunte: “Colgo l’occasione per sottolineare che tutti coloro che tengono al bene della squadra – a partire naturalmente dal Presidente della Società – devono collaborare alacremente affinché si crei un clima positivo e le migliori condizioni per raggiungere gli obiettivi ambiziosi che la tifoseria e l’intera città sognano e che Foggia merita”, ha concluso Canonico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dietrofront di Canonico, arrivano le scuse alla Fondazione: "Quanto detto non rappresenta il mio reale pensiero"

FoggiaToday è in caricamento