rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Calcio

Di Grazia arma in più per i playoff: "Grande sofferenza per l'infortunio. Ora togliamoci delle soddisfazioni"

L'ex Pescara può essere una risorsa preziosa in vista dei playoff, a partire dalla sfida di domenica con la Turris: "Vogliamo rifarci. Aspettiamo con ansia questa partita"

Sei mesi di inattività sono tanti, troppi, per un calciatore. Tempi che diventano biblici se un fastidioso infortunio, ti impedisce di allenarti con mister Zeman. Non c'è giocatore del Foggia che non abbia tratto insegnamenti dalla stagione in corso, un privilegio che Andrea Di Grazia avrebbe volentieri sfruttato. A Francavilla Di Grazia, da autentico carneade, è diventato risorsa importante in questa fase della stagione. D'altronde, mister Zeman ne ha sempre apprezzato le qualità e su di lui puntava parecchio a inizio campionato. Logico che, una volta tornato a disposizione, il boemo lo riprendesse in considerazione, sia per la contestuale indisponibilità di Ferrante, ma soprattutto per le qualità tecniche del giocatore, uniche nel reparto avanzato rossonero: "Mi è dispiaciuto tanto non poter dare una mano al mister e alla squadra. Ma mi sono messo in testa di tornare e dare una mano per provare a riscattare una stagione piena di infortuni. Vogliamo toglierci delle soddisfazioni", l'obiettivo neanche troppo velato di Di Grazia. 

L'ex esterno offensivo del Pescara ora si sente finalmente bene e, con il resto della squadra, vuole sorprendere. Il che vuol dire, innanzitutto battere la Turris nel primo turno dei playoff, dando il via alla corsa verso quei playoff nazionali, obiettivo dichiarato del presidente Canonico: "Per ora pensiamo al presente, ma vogliamo fare bene. Abbiamo fatto tanti sacrifici, lavorato tanto con il mister e lo abbiamo fatto sempre con tanto entusiasmo. A ogni allenamento tutti hanno dato il 100% perché sapevano di poter imparare qualcosa, avendo la fortuna di essere allenati da un maestro". 

Con la Turris non sarà una sfida semplice: i campani sono una delle bestie nere del Foggia, una delle due formazioni ad aver fatto bottino pieno con i rossoneri tra andata e ritorno, nonché una delle tre squadre (le altre due sono Catanzaro e Latina) ad aver violato lo 'Zaccheria': "In campionato non è andata bene con loro, ma il destino a volte ti mette alla prova e ti dà l'occasione per riscattarti. Ora sicuramente ci conosciamo più di prima, questo gioca a nostro favore. Ma ciò che conta di più è la nostra voglia di giocare. Aspettiamo con ansia questa gara, vogliamo rifarci", commenta Di Grazia, catanese di nascita e quindi toccato personalmente dalla esclusione della formazione etnea: "Mi spiace tanto, è la mia città. Ma quello che è successo ha penalizzato anche il Foggia. Arrivare sesti o settimi non è la stessa cosa, in vista dei playoff". 

E sugli spareggi promozione non si sbilancia troppo: "Credo che le squadre partecipanti siano tutte valide. Sarà una bella battaglia. Noi puntiamo ad arrivare il più lontano possibile". Andare avanti per festeggiare, magari, la prima rete in campionato dopo quella in coppa Italia: "Lo spero, ma io tengo più alla vittoria della squadra". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Grazia arma in più per i playoff: "Grande sofferenza per l'infortunio. Ora togliamoci delle soddisfazioni"

FoggiaToday è in caricamento