rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022

Squadra che vince non si cambia, il Cerignola riparte dai suoi pilastri: "Diremo la nostra anche in serie C"

L'Audace si prepara al ritorno nella terza serie dopo 85 anni. Confermati il mister Pazienza e il diesse di Toro, oltre al bomber Malcore e al capitano Allegrini

Il Cerignola è pronto per il ritorno in Serie c e lo fa dai suoi capisaldi. La società di Nicola Grieco, tornato alla presidenza dopo la presidenza Quarto, riparte dai protagonisti della strepitosa cavalcata che ha condotto la formazione ofantina tra i professionisti dopo oltre 80 anni. 

E dunque, ci sarà ancora Michelino Pazienza sulla panchina, con il suo staff tecnico. Così come è confermato Elio Di Toro nel ruolo di direttore sportivo, già attivo nel cercare i profili che dovranno rendere l'Audace una squadra competitiva e non una semplice 'cenerentola'. Ma, soprattutto, si riparte dai due calciatori simbolo dell'ultima stagione: bomber Giancarlo Malcore - capocannoniere nelle ultime due stagioni del girone H di serie D, e capitan Allegrini: "Quando si vince è sempre difficile confermare gli elementi più importanti. Sia il mister, che Malcore e Allegrini hanno ricevuto proposte importanti da altri club di serie C e D, ma sono rimasti perché  quisi è creato un gruppo straordinario", ha commentato il presidente Grieco. 

Il patron non ha mai nascosto le proprie ambizioni e c'è da giurare che non mancheranno le sorprese in sede di mercato: "Siamo una squadra giovane, non conosciamo la categoria. Affronteremo squadre blasonate, ma costruiremo una squadra che faccia divertire il pubblico. L'Audace sarà una squadra difficile da affrontare per tutti. Sicuramente ci saranno delle sorprese. Partiremo con l'obiettivo di raggiungere una salvezza tranquilla, ma allestiremo una squadra che dirà la sua nel campionato di C". 

Il salto di categoria non determinerà un innalzamento dei prezzi degli abbonamenti: "Avremo prezzi popolarissimi. Vogliamo dare qualcosa alla città, in termini sociali e di cultura calcistica. Per noi sarà fondamentale avere lo stadio pieno". 

Felice della conferma anche mister Piazienza: "Affronteremo la nuova categoria con gli stessi valori che ci hanno contraddistinto in serie D. Metteremo cuore, anima e passione". 

"Questo risultato è il frutto di un lavoro pluriennale. Ora ci sono più responsabilità, ma tutto ciò è bello. Vogliamo costruire una squadra che sia orgoglio di questa città", ha chiosato il diesse Di Toro. 

Video popolari

Squadra che vince non si cambia, il Cerignola riparte dai suoi pilastri: "Diremo la nostra anche in serie C"

FoggiaToday è in caricamento