Calcio Foggia, parola alla 'Nord'. Avviso a Felleca-Pelusi: "Basta scuse". E alla Pintus: "Ci illustri il suo progetto"

Il messaggio dei tifosi della curva intitolata a Franco Mancini. Nel mirino il presidente e l'amministratore delegato: "Non si pensi di aggirare il problema cedendo quote a gente poco raccomandabile". L'invito all'imprenditrice: "Abbiamo il diritto di avere info sul progetto"

È in programma oggi (tra circa un'ora) l'incontro (in via telematica) tra il sindaco Franco Landella e i soci del Foggia calcio, Roberto Felleca, Maria Assunta Pintus e Davide Pelusi. Un colloquio per provare a fare il punto della situazione e cercare, laddove possibile, di smussare gli spigoli e attenuare le divergenze - allo stato attuale pressoché insanabili - tra l'imprenditrice sarda e il presidente rossonero. Anche perché c'è un futuro (l'ipotesi che il Foggia riparta dalla serie C è tutt'altro che campata in aria) da programmare, e la società rossonera non può rischiare di farsi trovare impreparata nei momenti che conteranno. Dopo le schermaglie verbali dei giorni scorsi, con l'avviso del sindaco Landella, il quale ha rimarcato che il Foggia non è uno strumento da sfruttare per fare cassa e la risposta piccata del presidente Felleca, è il tempo dei chiarimenti, ma soprattutto della concretezza. Quella che attendono i tifosi, oltremodo stufi di ritrovarsi ogni estate a dover affrontare questioni che con il pallone c'entrano davvero poco. 

Intanto, le parole del sindaco hanno ricevuto il plauso della Curva Nord 'Franco Mancini': "Le sue dichiarazionie e preoccupazioni, signor sindaco, sono in totale sintonia con il nostro attuale pensiero; 'meglio tardi che mai', ci verrebbe da dire, ma per il bene del nostro Foggia sappiamo accontentarci anche di poco, con l'auspicio nonché consapevolezza che, se mai in futuro ce ne fosse bisogno, sapremmo interfacciarci evitando distruttive bagarre mediatiche", si legge in una nota pubblicata sul profilo Facebook dei supporter rossoneri. 

Poi l'attenzione si sposta sulle vicende societarie, e l'atteggiamento diventa assai meno indulgente: "Fatte queste dovute considerazioni, non possiamo che tornare purtroppo a commentare, con riprovevole disgusto, le ultime vicende legate al Calcio Foggia 1920. Abbiamo sottolineato più volte di non volerci schierare né con l’una né con l’altra metà della mela, per noi esiste solo il bene del Foggia, ma con sincera onestà intellettuale dobbiamo fare alcune considerazioni in merito alle ultime vicende. Cercheremo di essere meno discorsivi e più diretti, pertanto rivolgiamo la nostra attenzione al duo Felleca-Pelusi a cui vorremmo dedicare alcune righe. Signor presidente, esattamente il 12 maggio, alcuni esponenti delle 2 curve ebbero un contatto con lei e ci fu una lunga chiacchierata, come d’altronde ha già rivendicato in diretta tv, in cui lei disse apertamente ai presenti di non preoccuparsi delle vicende legate alla Corporate Investment, sottolineando che le stesse, in alcuna maniera, avrebbero potuto ledere il futuro del Calcio Foggia. Aggiunse a tal proposito che avrebbe provveduto, insieme al signor Pelusi, ad addivenire gli adempimenti ultimi della corrente stagione e successivamente a rimpinguare le casse della società sportiva al fine di garantirne una tranquilla programmazione. Beh, signor presidente, nei giorni intercorsi da allora sino ad oggi abbiamo assistito solamente a conferenze e comunicati stampa che dicevano tutt’altro. Sinceramente, senza troppi francesismi, ne abbiamo piene le palle di ascoltare favolette e storielle senza lieto fine".

Le critiche si fanno ancora più aspre quando si parla della trattativa con il gruppo Follieri: "Non accettiamo più né scuse né tantomeno giustificazioni, mantenga fede a quello che ha detto se ha la forza economica per farlo, ma non pensi minimamente di poter aggirare il problema cedendo quote societarie a gente poco raccomandabile, perché nella nostra storia calcistica ne abbiamo avuti fin troppi di faccendieri, pertanto non abbiamo affatto bisogno di un certo Follieri". 

Nel mirino dei tifosi finisce anche Pelusi, che commentò duramente la contestazione della Curva durante il derby contro il Cerignola: "Un ultimo suggerimento, signor presidente: la smetta ogni qualvolta pubblica un comunicato di rimarcare quella nostra “pacifica” contestazione durante la gara col Cerignola. Forse non conosce la storia che ci precede ma sappiamo contestare anche in modi più svariati e meno ortodossi, per questo la prenda sportivamente perché in fin dei conti noi paghiamo il biglietto ed abbiamo pertanto tutto il diritto di esprimere il nostro dissenso. Lo stesso discorso vale per il signor Pelusi, colui che si diceva, in quella occasione, vergognato di essere foggiano, vergognato di sostenitori che tutte le domeniche riempiono gli spalti dello 'Zac' con diverse migliaia di posti a sedere, vergognato di sostenitori che fuori le mura amiche seguono la propria squadra in diverse centinaia di unità. Ma ci faccia il piacere signor Pelusi, sappiamo benissimo che nonostante la “Sue vergogne” ha sempre fatto valere il principio della tasca. Non le è bastato fare cassetta col foggia già nei tempi passati? Chi troppo vuole nulla stringe, non lo dimentichi mai".

Il messaggio finale la 'Nord' lo rivolge alla Pintus, "cui va dato il merito di non essersi resa finora protagonista di alcun autogoal, a differenza dei suoi soci. Cara signora Pintus, lei ha sempre parlato in modo correttamente diplomatico, lineare e composto. Probabilmente non le piacciono i proclami, ma non siamo una piazza esigente che vive di calcio e abbiamo il diritto di conoscere più dettagliatamente info in merito al progetto calcistico che intende eventualmente realizzare nella nostra città. Chi ha polvere da sparo spari, meno chiacchiere e più fatti, necessitiamo risposte in brevissimo tempo perché la nostra pazienza si è quasi del tutto esaurita". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

  • Choc a Foggia: palpeggia il sedere di una ragazza e la schiaffeggia, arrestato per violenza sessuale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento