Sabato, 18 Settembre 2021
Sport

Il progetto di Canonico pronto a partire: a breve l'annuncio di Pavone, poi i primi colpi di mercato

Tante le novità che potrebbero essere annunciate a breve. A cominciare dall'ingaggio di Peppino Pavone. L'ideologo di Zemanlandia è di fatto già al lavoro per l'allestimento della rosa, ma allo stato attuale manca ancora l'ufficialità del suo ritorno a Foggia

Dopo la settimana dei grandi annunci e dei grandi ritorni, in casa Foggia regna di nuovo il silenzio da diversi giorni. Silenzio voluto, programmato, e in parte annunciato. Risolto il problema iscrizione, c'è da programmare il futuro, che non riguarda solo l'allestimento della squadra da mettere a disposizione di Zdenek Zeman. C'è un organigramma da ricostruire, in primis. Tante le novità che potrebbero essere annunciate a breve. A cominciare dall'ingaggio di Peppino Pavone. L'ideologo di Zemanlandia è di fatto già al lavoro per l'allestimento della rosa, ma allo stato attuale manca ancora l'ufficialità del suo ritorno a Foggia. La settimana in corso potrebbe essere quella giusta. 

Poi si passerà alla riorganizzazione della società, che dovrebbe coinvolgere tutti i settori, dalla segreteria all'ufficio stampa. Sarà verosimilmente anche svelata la sede dove la squadra andrà in ritiro (verosimilmente una località nel Trentino-Alto Adige). Potrebbe già essere al termine, dopo circa quattro mesi, l'avventura di Filippo Polcino. 

E poi c'è il mercato: Pavone non è ancora ufficialmente il direttore sportivo del Foggia, eppure sono già decine i nomi accostati al club rossonero. Molti realistici, qualcuno fantasioso, altri del tutto improbabili. Come dichiarato nella conferenza stampa di presentazione, a Zeman non interessano necessariamente nomi altisonanti, ma gente vogliosa e affamata. 

Detto questo, tra i primi nomi venuti fuori c'è quello di Mamadou Tounkara, centravanti classe 1996, cresciuto nel Barcellona e poi trasferitosi alla Lazio nel 2012. Nell'ultima stagione ha realizzato 13 gol in 36 presenze con la maglia della Viterbese. Restando in attacco, piace anche Giuliano Alma, punta 28enne del Fano. Suggestivi, ma al momento difficilmente praticabili, le ipotesi D'Ursi e Partipilo, entrambi esterni offensivi. Il primo, castigatore dei rossoneri nel derby playoff, è di proprietà del Napoli e ha molto mercato anche in serie B. Stesso discorso per Partipilo, tra gli autentici protagonisti della trionfale stagione della Ternana. È una vecchia conoscenza di Canonico, avendo giocato nel Bisceglie per due anni tra il 2016 e il 2018, ma si tratterebbe di un investimento piuttosto oneroso. 

Della rosa allenata da Marchionni pochi sono destinati a rimanere. In partenza il portiere Ermanno Fumagalli, per il quale non è andato in porto lo scambio con Crispino della Virtus Francavilla, ma - come confermato dallo stesso agente Giovanni Tateo a tuttocalciopuglia.com - resta in piedi la trattativa per il trasferimento a Francavilla Fontana. Saranno fatte delle valutazioni su Roberto Di Jenno e Vincenzo Garofalo. Ha chance di restare anche Alessio Curcio, capocannoniere rossonero nell'ultima stagione. L'unica incognita è di natura tattica: difficile ipotizzare un suo impiego da esterno nel 4-3-3, più probabile quello come punta, pur non avendo le caratteristiche del numero 9 zemaniano. Si vedrà. 

Insieme a Fumagalli, anche gli altri fedelissimi di Corda (Salvi, Anelli, Dell'Agnello e il rientrante Gentile) lasceranno Foggia. Alcuni di questi potrebbero seguire l'ormai ex direttore tecnico rossonero qualora dovesse effettivamente trasferirsi nel neopromosso Seregno. 

Capitolo Satanelli: è fissata al 13 luglio l'asta per l'acquisizione del logo creato da Savino Russo. Dopo l'esperimento numero 3 andato deserto, il prezzo del logo è sceso a 44.800 euro.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il progetto di Canonico pronto a partire: a breve l'annuncio di Pavone, poi i primi colpi di mercato

FoggiaToday è in caricamento