Follieri, fine dei giochi. Si ferma la trattativa con Felleca: "Situazione ambientale volutamente ostativa"

Con una breve nota l'imprenditore foggiano ha annunciato la fine della trattativa con il presidente rossonero: "L'operazione non proseguirà a causa di una situazione chiaramente pilotata da chi si è opposto all'investimento"

Una breve nota a chiudere una querelle che si trascinava da mesi. Raffaello Follieri, ancora una volta, si tira indietro e rinuncia all'acquisizione dell'intero pacchetto azionario del Foggia. Le colpe non sarebbero dei tempi biblici necessari per trasferire i fondi esteri in Italia, ma dell'ambiente. 

Un ambiente che non ha mai visto di buon occhio la trattativa con l'imprenditore, ostilità che lo stesso Follieri ha sempre dichiarato di non comprendere. Eppure, i precedenti parlano per lui: le trattative poi arenatesi con i Sannella, gli interessamenti per Palermo e Catania, poi terminati con un nulla di fatto, e infine la mancata acquisizione del Foggia nell'estate del 2019 quando il suo gruppo non fu in grado di presentare l'assegno da 500mila euro in allegato alla manifestazione di interesse per l'acquisizione del titolo sportivo.

Adesso, dopo una lunga trattativa iniziata durante il lockdown e proseguita nei mesi, con tanto di incontro col sindaco Landella (che pure non ha mai nascosto le perplessità sulla reale forza economica della holding), Follieri si tira indietro per "colpa dell'ambiente ostile": "Follieri Capital Ltd, comunica che dopo aver ottemperato a tutte le formalità documentali e finanziarie per acquisire l'intero pacchetto azionario del Calcio Foggia 1920, si trova obbligata a non proseguire nell'operazione a causa di una situazione ambientale preconcetta e volutamente ostativa chiaramente pilotata da chi fin dal primo giorno si è opposto all'investimento nella squadra e sul territorio per favorire altre situazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento