Sport

Beppe Materazzi nuovo direttore tecnico del Foggia. Pelusi: “Lega Pro al 100%”

Lavorerà insieme al mister Padalino e al diesse Di Bari, con attenzione anche al settore giovanile. Il presidente Pelusi ottimista per l’accesso in Lega Pro

Conseguito il primo grande risultato, quello della trasformazione dell’associazione dilettantistica in Srl, il Foggia avanza a vele spiegate verso l’inizio della nuova stagione, senza sapere ancora in quale serie giocherà, ma con una massiccia dose di ottimismo in più. Pensieri positivi, come trapelato dalle ultime dichiarazioni di Pelusi, il quale ha azzardato un 100% di possibilità che il Foggia possa riottenere l’accesso in Lega Pro.

Gli attuali soci sarebbero anche disposti a coprire una parte della fidejussione di 400mila euro, da presentare al momento dell’iscrizione. Resta comunque la necessità di aprire a nuovi ingressi, sia per dare maggiore stabilità economica al sodalizio, sia per poter contare su fondi sufficienti a garantire la competitività tecnica della squadra, importante in un campionato più difficile come la Lega Pro II divisione, e con un numero di retrocessioni superiore, per via della riforma. Ancora una volta il sindaco Gianni Mongelli, cercherà di aiutare la società, favorendo gli incontri tra la dirigenza e imprenditori locali.

Dopo aver ottenuto i rinnovi dei principali protagonisti della scorsa stagione, un altro tassello è stato aggiunto nell’organigramma tecnico rossonero. Beppe Materazzi, celebre per la lunga carriera da giocatore e da allenatore, nonché padre di Marco, campione del Mondo con la Nazionale ai mondiali tedeschi del 2006 e d’Europa con l’Inter del triplete nel 2010, è il nuovo direttore tecnico del Foggia. Lavorerà insieme al mister Padalino e al diesse Di Bari, con attenzione anche al settore giovanile. La conferma che Pelusi e c. stanno lavorando per costruire un Foggia vincente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beppe Materazzi nuovo direttore tecnico del Foggia. Pelusi: “Lega Pro al 100%”

FoggiaToday è in caricamento