Venerdì, 29 Ottobre 2021
Sport

La solita gemma di Sarno. Al Foggia il derby di consolazione

I rossoneri espugnano il “Puttilli” di Barletta, vendicando l’amara sconfitta dell’andata. Decide un gol del fantasista napoletano su calcio di punizione a venti minuti dal termine. Rossoneri restano a -3 dal sesto posto

Non saranno i playoff a generare entusiasmo (oggi i rossoneri sono matematicamente fuori dagli spareggi promozione, ndr) ma per lo meno i tifosi del Foggia possono consolarsi per la vittoria nell’atteso e sentitissimo derby contro il Barletta.
Basta una gemma di Sarno, su calcio di punizione neanche a dirlo, per battere i biancorossi e mantenersi a ridosso delle prime. Un risultato importante, perché consente di concludere il campionato nel miglior modo possibile e perché consentirebbe ai rossoneri di qualificarsi per la Coppa Italia nazionale.
Decide dunque Sarno, al 25’ della ripresa con una punizione ottenuta da Loiacono. Meglio nel complesso i rossoneri (vicini al gol al 20’ e al 23’ del primo tempo sempre con Sarno e nella ripresa con Iemmello sette minuti prima del gol), schierati quasi con la formazione tipo, senza il solo Potenza sostituito a sorpresa da Quinto, arretrato al fianco di Gigliotti.
Barletta poco propositivo e molto falloso, come certificano i 6 ammoniti e i tanti interventi poco ortodossi sui quali Boggi jr è stato piuttosto indulgente. A referto andranno solo un paio di incursioni di Fall e una conclusione dalla distanza dell’ex Venitucci (tra i graziati dal direttore di gara per una simulazione non punita).
Sabato prossimo calerà il sipario sulla stagione rossonera, quando allo Zaccheria arriverà la Paganese.   

Barletta (4-3-3) Liverani; Meola (1’st Sokoli), Radi, Stendardo, Guarco; De Rose, Legras, Quadri (26’st Ingretolli); Venitucci (8’st Danti), Fall, Turchetta. A disposizione: Buiatti, Zammuto, Branzani, Giannarelli. All. Corda

Foggia (4-3-3) Narciso; Bencivenga (1’st Loiacono), Quinto, Gigliotti, Agostinone; Agnelli, Minotti, D’Allocco (27’st Sicurella); Sarno, Iemmello, Cavallaro (1’st Sainz Maza). A disposizione: Micale, D’Angelo, Grea, Leonetti. All. De Zerbi

Arbitro: Boggi di Salerno

Marcatori: 25’st Sarno (F)

Ammoniti: Fall (B), Venitucci (B), Minotti (F), Radi (B), Agnelli (F), Stendardo (B), Quadri (B), De Rose (B) 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La solita gemma di Sarno. Al Foggia il derby di consolazione

FoggiaToday è in caricamento