Giovedì, 5 Agosto 2021
Sport

Audace Cerignola, Quarto si presenta e non nasconde l'obiettivo serie C: "È il sogno di tutti, daremo il massimo per realizzarlo"

Il nuovo patron della società ofantina si presenta ai tifosi e non nasconde l'obiettivo: la serie C. Confermati Di Toro e Pazienza, così come capitan Allegrini, Loiodice, Ashik e bomber Malcore: "Aveva offerte dalla B, ma ha sposato questi colori senza esitazioni"

"Vi possiamo garantire l'impegno massimo affinché dopo 85 anni questa squadra raggiunga il traguardo che tutti auspichiamo". Un traguardo chiamato serie C. Non la menziona direttamente, ma lo fa capire senza grossi giri di parole. Perché Danilo Quarto, il nuovo patron dell'Audace Cerignola, ha le idee chiarissime. La stagione che sta per iniziare deve essere quella della svolta, del ritorno in quella terza serie ingiustamente negata alla società ofantina due anni fa. Una esclusione che a Cerignola fa ancora male. 

Quarto si è presentato ieri, in una sala media del 'Monterisi' gremita e trasudante grande entusiasmo. Il neopatron è già completamente calato nella realtà Audace: "La società è nata il 1° giugno, giorno del mio compleanno. Forse è un segno. Ma dal 5 maggio, quando è iniziata la trattativa, questa società mi era già entrata nel cuore e nelle vene", aggiunge il primo presidente non cerignolano. Che però non dimentica il grosso contributo dato da chi lo ha preceduto, dalla famiglia Grieco al successore Caterino: "L'anno scorso è stato anomalo, una stagione all'insegna del ridimensionamento, ma vi garantisco che stiamo lavorando senza sosta". 

Danilo Quarto-2

Un lavoro che sarà svolto all'insegna della continuità. Lo staff è infatti confermato, con Francesco Di Biase direttore generale, ma soprattutto Elio Di Toro direttore sportivo e Michelino Pazienza ancora sulla panchina gialloblu. A loro si aggiungono Pierluigi De Lorenzis, direttore tecnico, e Antonietta Ladogana nel ruolo di vicepresidente (prima nella storia): "Sono persone che a primo impatto hanno rispecchiato i miei valori. Sudore, sacrificio, sono quelli che ti portano a vincere i trofei. Questa squadra di trofei ne ha vinti tanti, ma ora ci concentriamo sul presente. Vogliamo far sì che questa gloriosa città ambiasca ai traguardi che auspichiamo". 

E a proposito di continuità, la squadra ripartirà dagli ultimi protagonisti, dal capitano Allegrini al fantasista Loiodice passando per il talento Ashik per il quale sono state rigettate diverse richieste. E poi c'è lui, bomber Malcore, tornato prepotentemente in auge la scorsa stagione con 21 gol e 3 assist in 24 presenze: "Resterà con noi, nonostante fossero arrivate richieste da squadre di serie B. Ha deciso di sposare questi colori senza esitazioni. La trattativa è durata cinque minuti", ha spiegato Quarto. 

Presto arriveranno nuovi annunci: "Abbiamo fatto importanti movimenti che non possiamo svelare". Movimenti finalizzati a un obiettivo chiaro: "È il sogno di tutti, atteso da 85 anni. Sarebbe bello poterlo celebrare nel 120esimo anniversario della società. Ma rispettiamo tutti, sappiamo che sarà un campionato difficile. Ci faremo trovare pronti. Stiamo allestendo una squadra di qualità; tuttavia, non abbiamo fretta. C'è gente che farebbe carte false per venire qui, ma stiamo valutando i profili più idonei. Vogliamo gente che sudi questi colori e li riesca a onorare, senza ripensamenti. Non vogliamo gente che abbia le idee confuse". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Audace Cerignola, Quarto si presenta e non nasconde l'obiettivo serie C: "È il sogno di tutti, daremo il massimo per realizzarlo"

FoggiaToday è in caricamento