Sport

"Un vile gesto", il Calcio Foggia si stringe attorno a Gentile: "La sua unica colpa aver dato tutto per la squadra"

Il commento della società rossonera, che condanna l'episodio avvenuto nella notte. Corda: "Il gesto di questo miserabile non infanga una intera comunità, ma distrugge la serenità di una famiglia"

"Il club rossonero, reso ancor più forte dalla vicinanza e dal sostegno di città, società civile e tifoseria, si stringe attorno al Capitano, testimone di assoluta professionalità ed attaccamento alla maglia ed all’intera squadra, proseguendo l’attività agonistica con il consueto impegno e la massima determinazione che ha sempre contraddistinto questo gruppo di lavoro", è il commento della società rossonera in seguito al "vile atto intimidatorio" subito la scorsa notte dal centrocampista Federico Gentile, quando ignoti hanno dato alle fiamme la porta d'ingresso della sua abitazione. 

Duro il commento del direttore tecnico Ninni Corda: "Il gesto di questo miserabile non va naturalmente ad infangare una intera tifoseria e una comunità, ma sicuramente distrugge la serenità di una famiglia e la nostra serenità, la mia in particolare, per la stima e affetto che provo per Federico e per la sua meravigliosa famiglia. Vediamo ora gli avvelenatori di pozzi, chi continuamente getta benzina sul fuoco come reagiranno. Ora è il momento dei fatti senza se e senza ma. Federico ha l'unica colpa di avere fatto il suo dovere a 360 gradi da un anno e mezzo a questa parte sempre per il bene del Foggia e di essere legato a me e a questa società".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un vile gesto", il Calcio Foggia si stringe attorno a Gentile: "La sua unica colpa aver dato tutto per la squadra"

FoggiaToday è in caricamento