Calcioscommesse, 50 arresti e più di 70 indagati: coinvolti ex Foggia e il San Severo

L'inchiesta "Dirty Soccer" è partita questa mattina, quando in 21 province italiane sono stati eseguiti una cinquantina di arresti tra dirigenti, calciatori e presidenti. Tra i fermati, l'ex rossonero Mohamed Traore. Sotto inchiesta anche il San Severo per la sfida persa contro il Brindisi

Oltre 50 fermi in tutta Italia, più di 70 indagati (tra calciatori, presidenti, allenatori e direttori sportivi oltre agli scommettitori) e 30 squadre tra Lega Pro e Serie D coinvolte. E’ il primo risultato della nuova inchiesta sul Calcioscommesse partita questa mattina da Catanzaro. L’inchiesta, intitolata “Dirty Soccer” condotta dalla Polizia di Stato e coordinata dalla Dda di Catanzaro, è ancora in fase embrionale e promette di sconvolgere nuovamente il mondo del calcio italiano a soli tre anni dalla precedente inchiesta del 2011/12.

Determinanti sono state le intercettazioni che hanno portato all’arresto di Pietro Iannazzo, elemento di spicco della ‘Ndrangheta di Lamezia Terme. Ma sarebbero coinvolti anche stranieri, e persino un poliziotto.
Secondo gli inquirenti sarebbero due le associazioni criminali che hanno alterato o tentato di alterare un numero ingente di partite degli incontri di Lega Pro e Serie D.

Molte le sfide sotto inchiesta del campionato di Lega Pro girone C, in cui ha militato il Foggia (che però non è assolutamente coinvolto): Juve Stabia-Lupa Roma, Barletta-Catanzaro, Aversa-Barletta, Vigor Lamezia-Paganese e Barletta Vigor Lamezia.

Si fanno delicate invece le posizioni del San Severo e del suo portiere William Carotenuto, sotto inchiesta per la sfida tra Brindisi e San Severo del 23 novembre 2014 che vide i padroni di casa prevalere per 2-1.

Nella lista degli arrestati compare anche una vecchia conoscenza del calcio foggiano, Mohamed Lamine Traore, terzino destro che vestì 19 volte la maglia rossonera nella stagione 2011/12 (l’ultima con Casillo presidente con Bonacina e Stringara in panchina), attualmente in forza al Santarcangelo, una delle società maggiormente coinvolte insieme al Neapolis di Moxedano, ex presidente del Napoli. Per lui l’accusa è di associazione a delinquere finalizzata alla frode calcistica.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento