rotate-mobile
Sport

Andrea Scarpa, il pugile "100% foggiano" punta al titolo europeo: "Il mio nome nella storia della boxe"

Il 30 novembre a Firenze contro il britannico Joe Hughes per il titolo dei Superleggeri

L’attesa è quasi finita. Andrea Scarpa è pronto a salire sul ring e a giocarsi il titolo europeo Ebu dei superleggeri, attualmente vacante, contro il ventottenne britannico Joe Hughes (16-3). A fare da cornice all’incontro sarà il Teatro Obihall di Firenze, con il gong che suonerà tra le 22 e le 23 di venerdì 30 novembre. «Sono state settimane intense e faticose, però ora sono pronto: voglio portare questo titolo a casa e scrivere il mio nome nella storia della boxe. Il mio avversario mi metterà sotto pressione e saranno 12 round di vera battaglia. Dovrò essere bravo a tenergli testa perché l’aspetto mentale avrà un ruolo fondamentale in questa sfida».

L’ultima uscita di Scarpa era stata lo scorso 19 maggio, quando vinse ai punti contro il croato Luka Leskovic al PalaEinaudi di Moncalieri, città che ospita i suoi allenamenti quotidiani nella palestra Kombat Sport. Il pugile «100% foggiano», come ama ricordare sempre con la maglietta che indossa prima di ogni match, ha intensificato la preparazione in vista del match, tralasciando per qualche settimana gli impegni lavorativi come gestore di un locale della movida torinese, il DDR, dove di recente si è lanciato anche come dj: «Faccio un’ora di corsa al mattino, una di nuoto a pranzo e tre di palestra alla sera. Abbiamo aggiunto più ore di sparring e lavorato molto sulla forza, caricando in particolare sulle gambe».

Per l’allievo di Antonio Di Renzo, Firenze non è una città come tutte le altre. «Ho combattuto a inizio carriera e ho giocato al calcio storico fiorentino - rivela Andrea -. Faccio parte dei Verdi di San Giovanni. Saranno proprio loro ad accompagnarmi sul ring e il pubblico sarà finalmente tutto dalla mia parte, a differenza dei match più importanti della mia carriera, che mi han visto sempre combattere all’estero».

L’incontro verrà trasmesso in diretta su Dazn grazie alla collaborazione con il colosso britannico Matchroom Boxing OPI Since 82, il principale promoter del pugilato in Italia.

«La mia vita può cambiare perché prima mancava la continuità nel combattere ed ero sempre in una sorta di limbo. Grazie a questo progetto con Dazn e Matchroom, se dovessi vincere, combatterei di nuovo in Italia perché hanno firmato un accordo per 8 eventi all’anno nel nostro Paese. Per me questo è uno stimolo in più».

In allegato trasmettiamo inoltre alcune foto (si prega di indicare i credits: F&DI Photographers) scattate durante l'allenamento odierno di Andrea alla palestra Kombat Sport di Moncalieri (TO).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andrea Scarpa, il pugile "100% foggiano" punta al titolo europeo: "Il mio nome nella storia della boxe"

FoggiaToday è in caricamento