menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il calcetto di via Forcella a Foggia

Il calcetto di via Forcella a Foggia

Impianti sportivi vandalizzati e abbandonati: il Comune affida la gestione alle associazioni

Landella: “Si conclude così il percorso che avevamo avviato lo scorso anno con l’obiettivo di restituire ai cittadini queste strutture rimaste per troppo tempo abbandonate e, spesso, vandalizzate”

Si è conclusa la procedura di aggiudicazione definitiva della gestione degli impianti sportivi di proprietà del Comune di Foggia alle associazioni sportive che, nei mesi scorsi, si erano candidate ad espletare questo servizio, così come previsto dall’avviso pubblico per manifestazione di interesse pubblicato in attuazione della delibera adottata dalla Giunta comunale lo scorso 3 aprile 2015. Nelle prossime settimane ciascuna associazione sportiva firmerà con l’Amministrazione comunale l’apposita e necessaria convenzione, attraverso cui rendere formalmente operativa l’aggiudicazione.

Commenta il sindaco di Foggia: “Si conclude così il percorso che avevamo avviato lo scorso anno con l’obiettivo di restituire ai cittadini queste strutture rimaste per troppo tempo abbandonate e, spesso, vandalizzate. Lo abbiamo fatto dentro una logica di totale coinvolgimento del mondo dell’associazionismo sportivo di Foggia, dunque innescando una dinamica di positiva e virtuosa collaborazione che, sono certo, produrrà nell’immediato futuro risultati eccellenti, perché si tratta di una delle più importanti rivoluzioni compiute nel campo dell’impiantistica sportiva negli ultimi anni, specie perché restituisce un profilo di trasparenza dopo un passato in cui la gestione di queste strutture è avvenuta senza alcun elemento di evidenza pubblica”.

La gestione degli impianti sportivi di proprietà del Comune di Foggia è stata assegnata, come detto, per un periodo di sette anni, attraverso la seguente suddivisione: lotto 1 (campo da tennis e da calcetto via Einaudi) all’Associazione sportiva A.S.D. Gioventù Calcio con un’offerta economica relativa al canone annuo di euro 2.981,25 al netto dell’I.V.A.; lotto 2 (due campi da tennis e un campo da calcetto via Alpi) all’Associazione sportiva A.S.C. U.S. Genko Italia A.S.D., con un’offerta economica relativa al canone annuo di euro 4.225,00 al netto dell’I.V.A.; lotto 3 (campo da calcetto via Forcella) all’Associazione sportiva A.S.D. Penta Calcio Foggia, con un’offerta economica relativa al canone annuo di euro 1.801,00 al netto dell’I.V.A.; lotto 4 (campo da calcetto e da bocce-due piste- via Castelluccio) all’Associazione sportiva A.S.D Foggia Football Club, con un’offerta economica relativa al canone annuo di euro 2.100,00 al netto dell’I.V.A.; lotto 5 (campo da calcetto via Almirante) all’Associazione sportiva A.S.D. San Padre, con un’offerta economica relativa al canone annuo di 1.550,00 euro al netto dell’I.V.A.; lotto 6 (campo da tennis e da calcetto via Miranda) all’Associazione sportiva A.S.D. Audace Futsal Foggia, con un’offerta economica relativa al canone annuo di  2.300,00 euro al netto dell’I.V.A.; lotto 7 (campo da calcetto via S. Severo) all’Associazione sportiva A.S.D. Foggia Sport, con un’offerta economica relativa al canone annuo di euro 4.500,00 al netto dell’I.V.A.; lotto 8 (campo da tennis via Mandara) all’Associazione sportiva A.S.D. Sporting Club Foggia, con un’offerta economica relativa al canone annuo di Euro 1.510,00 al netto dell’I.V.A..

Sottolinea l’assessore comunale ai Contratti ed Appalti, Sergio Cangelli: “Attraverso questo percorso, da un lato si offre all’associazionismo sportivo la possibilità di recuperare un protagonismo reale, mentre dall’altro si procede ad un intervento finalizzato anche a migliorare le condizioni degli impianti. Accanto all’offerta di carattere economico, infatti, le associazioni sportive che hanno partecipato alla manifestazione di interesse promossa dal Comune di Foggia hanno presentato un dettagliato programma tecnico-gestionale inerente anche le migliorie che saranno apportate alle strutture. Dunque un’azione tesa ad assicurare recupero e massima fruibilità dell’impiantistica sportiva e, di conseguenza, a valorizzare in modo considerevole una parte del patrimonio comunale. Il nostro è un progetto pilota che intendiamo estendere a tutti gli altri impianti sportivi della città, con il coinvolgimento diretto, in alcuni casi, delle federazioni sportive nazionali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento