Sport

Acd Foggia Calcio-Bisceglie 1-1 | Giglio sbaglia, Agostinone rimedia

ACD si fa bloccare in casa del Bisceglie. Agostinone rimedia al gol di Moscelli giunto pochi minuti dopo l'errore dal dischetto di Giglio

La continuità questa sconosciuta. Ancora una volta il Foggia fallisce l’occasione di non rendere la bella vittoria come quella di Battipaglia, un semplice episodio. E invece…

ROSSONERI IRRICONOSCIBILI – Padalino ripropone la difesa a 3 con D’Ambrosio direttore d’orchestra, e Agnelli e Agostinone liberi di sostenere il duo d’attacco Leonetti-Giglio, ma anche di dare densità al centrocampo rossonero in fase di non possesso. Eppure a giocare meglio sono gli ospiti, ben diretti dall’ex promessa La Fortezza, che soprattutto nel primo tempo stravince il duello con l’omologo D’Ambrosio. Pregevole è anche il movimento delle punte, su tutti il nonnetto Moscelli, che manda in totale confusione Loiacono e Tommaselli, alla faccia delle quasi 37 primavere. Il Foggia è pressoché nullo, ma ha la ghiotta occasione per andare avanti. L’errore di Giglio al 18’ conferma i cattivi presagi già alimentati dai primi minuti di gara, ed è la manifestazione dell’indulgenza della Dea Eupalla nei confronti del Bisceglie, che non meritava di andare sotto.

DIFESA DISTRATTA – Se il centrocampo rossonero, a parte la generosità di Agnelli, è un rigurgito di mediocrità, peggio le cose vanno in difesa, dove non convincono le scelte degli uomini e della loro collocazione in campo. Loiacono sul centrodestra soffre parecchio le incursioni e i tagli centrali di Moscelli, peggio ancora fa D’Angelo al 26’, con il pallone perso malamente in area di rigore che porta al gol del veterano attaccante. La puntata di Moscelli con la quale trafigge Micale è il manifesto della furbizia sapientemente abbinata all’esperienza. La reazione del Foggia, come spesso è accaduto, c’è ma a tratti, con eventi estemporanei, non grazie a manovre sospinte dal raziocinio. D’Angelo al 35’ sfiora il riscatto con una bella girata al volo sugli sviluppi del corner. 2 minuti più tardi Agnelli recapita sui piedi di Agostinone un gioiello maltrattato dal numero dieci rossonero. D’Ambrosio chiude il suo mediocre pomeriggio con una punizione che impegna il portiere avversario. Non basterà ad evitargli la sostituzione.

METAMORFOSI ROSSONERA – Il doppio cambio ad inizio di ripresa ha tutto il sapore della bocciatura, soprattutto per D’Ambrosio da cui si aspettavano verticalizzazioni e geometrie nell’inesistente gioco rossonero. L’altro ad uscire è il fantasma Leonetti. Quinto e Palazzo al loro posto. L’amletico dubbio su quale sia la vera identità del Foggia, è ulteriormente fomentato dall’inizio di ripresa che presenta una squadra completamente diversa. Più vogliosa nelle motivazioni, e più propensa anche a costruire delle azioni sensate. Merito di Palazzo, scatenato dalla voglia di impressionare la sua ex squadra. Il fantasista rossonero va subito vicino al gol dopo neanche un minuto con una splendida girata di sinistro, poi al 5’ apre e rifinisce nell’azione che porta al primo gol in campionato di Agostinone. La triangolazione con Giglio, e la verticalizzazione finale, sono le cose più belle del pomeriggio rossonero. Il Bisceglie va clamorosamente vicino al gol, nel miglior momento dei rossoneri: la traversa di Logrieco avanzerà parecchi dubbi, è forte il sospetto che il pallone avesse superato la linea. Quinto sostituisce in tutto e per tutto D’Ambrosio, anche sui calci piazzati, dove sfiora il gol al 27’. La fase finale della ripresa è molto più spezzettata, e le uniche emozioni si registreranno sui calci da fermo. Russo prima e Moscelli poi, creeranno qualche grattacapo a Micale e rimpianti nel Bisceglie, che chiuderà in dieci per l’espulsione di La Fortezza (doppia ammonizione). Improduttivo il forcing finale dei rossoneri. L’ennesima chance sprecata.  

Tabellini

Acd Foggia Calcio (3-1-4-2) Micale; Loiacono, D’Angelo, Cassandro; D’Ambrosio (1’st Quinto); Coccia, Agnelli, Agostinone, Tommaselli (30’st Picascia); Leonetti (1’st Palazzo), Giglio. A disposizione: Mormile, Esposito, Gentile, Famiano. Allenatore: Padalino

Bisceglie (4-3-3) Loiodice, Moretti, Maglione, La Fortezza, Pierotti, Martinelli (35’st Sabini), Di Ruocco (26’st Russo), D’Imporzano (8’st Caprioli), Di Rito, Logrieco, Moscelli. A disposizione: Lella, De Sario, Di Matera, Genchi. Allenatore: Ragno

Marcatori: 26’pt Moscelli (B), 5’st Agostinone (F)

Ammoniti: Moretti (B), Di Rito (B), Quinto (F)

Espulsi: 47’st La Fortezza per doppia ammonizione

Note: Loiodice ha respinto un calcio di rigore a Giglio al 18’ del primo tempo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acd Foggia Calcio-Bisceglie 1-1 | Giglio sbaglia, Agostinone rimedia

FoggiaToday è in caricamento