Giovedì, 21 Ottobre 2021
Earth Day Italia

La Provincia di Foggia è baciata da sole e vento al 100%

Ottimi i risultati raggiunti dal territorio per quanto riguarda la produzione di energia dalle rinnovabili rispetto al territorio.Legambiente esalta la Comunità Emmaus rientra tra le eccellenze nazionali

Sono eccellenti i risultati ottenuti dalla Provincia di Foggia per quanto riguarda la produzione di energia rinnovabile. Nel rapporto annuale di Legambiente sui Comuni Riciclabili, si esaltano gli obiettivi raggiunti dalla provincia sulla produzione di energia pulita
Primo importante apprezzamento è fatto alla valorizzazione delle risorse rinnovabili locali, per raggruppamenti di comuni. Con sole altre quattro province Crotone, Catanzaro, Ogliastra e Benevento la provincia foggiana è classificata al 100% rinnovabile per quanto riguarda la parte elettrica. Come parametro viene considerato tutto il consumo prodotto dai vari settori (industria, agricoltura terziario e domestico) rispetto al potenziale di energia generato nel territorio stesso.

Nel comprensorio di Foggia sono ben 4 le tecnologie che, in totale, producono più energia di quella consumata dalla propria popolazione. I contributi principali arrivano dal solare fotovoltaico e dall’eolico. Quantità minori, ma pur sempre importanti, sono realizzate grazie allo sfruttamento idrologico e dal biogas prodotto. 
Per quanto riguarda il Grande Eolico è nel foggiano che si trovano le più grandi installazioni. Precisamente nei comuni di Ascoli Satriano, dove sono presenti 91 torri eoliche, e in quello di Troia. Nella classifica dei primi 20 comuni per produzione da eolico, in totale sono sette quelli della provincia di Foggia, di fatto la prima provincia nazionale per energia prodotta dal vento.


Un esempio importante che viene riportato nel rapporto presentato nei giorni scorsi a Roma, è quello riguardante la gestione delle reti energetiche della Comunità di Accoglienza Emmaus, presente nel territorio del Comune di Foggia. Composta da 24 unità abitative, laboratori, una mensa e un deposito è la struttura è dotata di una pala eolica da 330 kW, di due impianti fotovoltaici, di un impianto solare termico e di uno per il recupero delle acque piovane. Collegati fra loro formano una vera microrete elettrica in grado di produrre 220mila kWh/a, necessari alla copertura totale della Comunità, consentendo un risparmio annuo di ben 45.000 euro. Questa soluzione di produzione, gestita da un centro di controllo che monitorizza il bisogno di energia ottimizzando l’uso dalle varie sorgenti, non solo, consente di risparmiare in bollette, ma si sostituisce a tutta la produzione energetica tradizionale. Le tecnologie all’avanguardia che vengono usate permettono di risolvere problemi di efficienza e razionalizzazione delle risorse, trasformando ovviamente i consumatori in produttori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Provincia di Foggia è baciata da sole e vento al 100%

FoggiaToday è in caricamento