Il Gargano sta soffocando di cemento

Il dossier "Mare Monstrum" di Legambiente ci lascia una foto molto amare della situazione dell'abusivismo edilizio. Da Torre Mileto a Simponto sono molti gli scempi presenti nel foggiano

Come ogni anno Legambiente ha presentato il dossier  “Mare Monstrum” , sulla questione dell’abusivismo edile sulle coste italiane, problema assolutamente non superato.
In Italia le infrazioni accertate per quanto riguarda l’abusivismo edilizio, su territorio demaniale sono state 2.864, con 4.615 persone denunciate e 1.491 sequestri effettuati. È la Sicilia a primeggiare in questa per nulla edificante classifica con oltre 476 illeciti accertati. Seguono la Campaniae la Sardegna mentre la Puglia si piazza “solo” quarta.

Ville, ristoranti, campeggi, resort. Chi più ne ha più ne metta. Lottizzazioni abusive e con le “carte in regola” che colpiscono i luoghi più belli della regione, il Salento e il Gargano sopra tutti. E’ l’assalto alle coste pugliesi che, nonostante la crisi, non conosce pause.  Tanti, infatti, gli abusi fatti e scoperti dalle forze dell’ordine nell’ultimo anno, con 420 reati contestati, 906 persone denunciate e 276 sequestri.
Per quanto riguarda il foggiano il villaggio abusivo di Torre Mileto resta sempre nella top5 degli scempi italiani. Il villaggio costruito negli anni 70 è completamente abusivo e si estende per circa 10 chilometri sulla fascia di terra che separa il lago di Lesina dal mare. Sono ben 2.800 le case, tra le quali non mancano quelle di esponenti istituzionali, che dalla sabbia sono sorte per miracolo, senza fondamenta e rete fognaria. La Regione Puglia nel 2009 aveva approvato una delibera per l’abbattimento di circa 800 di queste costruzioni, quasi tutte ormai abbandonate da tempo, ma a distanza di 4 anni di ruspe nemmeno l’ombra.

Oltre a questo sono diversi i casi che flagellano il Gargano. Da ville con piscine, ai camping e ai lidi, alle aree agricole, un po’ ovunque insomma vi è un piccolo o grande abuso edilizio. Sono centinaia i metri cubi di cemento illegale, realizzati con disinvoltura per fare le fortune di qualche speculatore.  Come il caso di Torremaggiore dove la Guardia di Finanza di San Severo ha posto sotto sequestro 200 immobili per un valore che si aggira attorno ai 7 milioni di euro. Altre 12 casa vacanza sono state sequestrate a Siponto, sul lungomare di Manfredonia, su un’area sottoposta a vincolo archeologico, idrogeologico e ambientali trovandosi all’interno del Parco nazionale del Gargano, che dovrebbe tornare a respirare.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
FoggiaToday è in caricamento