social

Tu scendi dalle stelle...o re del Cielo, il canto natalizio più famoso fu composto in un convento dei Monti Dauni

Alfonso Maria De Liguori, il vescovo diventato santo che presso il Convento della Consolazione di Deliceto ha scritto 'Tu scendi dalle stelle', il canto natalizio per eccellenza,

Il Convento di Deliceto, foto dalla pagina FB Federico Secondo

Tu scendi dalle stelle è il canto natalizio più conosciuto. Noto anche con il nome di Canzoncina a Gesù Bambino, o ancora A Gesù Bambino, si tratta di un canto di Natale composto in lingua napoletana dal vescovo cattolico e santo Alfonso Maria de' Liguori.

Infatti, il titolo della versione originale e dialettale è: Quanno nascette Ninno.

Ma chi era Alfonso Maria de' Liguori? 

Fu un vescovo e compositore nato a Napoli nel 1696; Alfonso Maria de' Liguori fondò, inoltre, la Congregazione del Santissimo Redentore. Come compositore, porta la firma di svariate opere teologiche, apologetiche, morali, letterarie e di numerose melodie; il vescovo divennne poi santo nel 1839 sotto papa Gregorio XVI.

Tra gli scritti di maggiore rilevanza troviamo La pratica del confessore e Theologia moralis, mentre uno dei suo canti più celebri è 'Tu Scendi dalle Stelle', la cui melodia venne scritta durante durante la sua permanenza presso il Convento della Consolazione a Deliceto, Delecìte in dialetto dauno, un comune di circa tremila abitanti situato provincia di Foggia.

Tu scendi dalle stelle, o Re del cielo,

e vieni in una grotta al freddo e al gelo,

e vieni in una grotta al freddo e al gelo.

O Bambino mio divino,

io ti vedo qui tremar;

o Dio beato!

Ahi quanto ti costò l'avermi amato!..

Il testo nel corso degli anni ha subìto numerose modifiche e variazioni, alcune dovute principalmente agli interventi da parte dell'autore stesso, ma altre dovute alla tradizione popolare che si appropriò del canto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tu scendi dalle stelle...o re del Cielo, il canto natalizio più famoso fu composto in un convento dei Monti Dauni

FoggiaToday è in caricamento