← Tutte le segnalazioni

Altro

Attimi di tensione in via Manfredonia: acceso litigio tra automobilista e lavavetri

Via Manfredonia · Arpinova

Attimi di tensione, mezz'ora fa, all'incrocio tra via Manfredonia e via Sant'Alfonso dè Liguori, a Foggia, dove sono volate parole grosse tra un automobilista e un gruppo di lavavetri presenti al semaforo in questione. L'acceso litigio ha coinvolto in breve tempo altri automobilisti in transito ed altri lavavetri (tre in tutto).

A segnalare l'accaduto è Tonio, lettore di FoggiaToday: "Oggi ho assistito ad una violenza inaccettabile da parte di un gruppo di extracomunitari nei confronti di un uomo in auto con la propria figlia. I cosiddetti lavavetri si sono prima avvicinati con fare decisamente pretestuoso spruzzando liquido sul vetro dell'auto e, alla richiesta del conducente di non continuare, uno di questi si è buttato sul cofano della vettura ridendo lui".

"A quel punto - riferisce la segnalazione - l'uomo è sceso dalla vettura e questi hanno inveito contro la ragazza rimasta in auto e verso il padre, brandendo a mo' di mazza gli oggetti che avevano in mano. Solo grazie all'intervento di altre persone che si sono fermate di lì a poco si è evitata una vera e propria rissa. Per il fatto sono state chiamate le forze dell'ordine".

Gli altri automobilisti in transito, infatti, hanno chiesto l'intervento degli agenti della polizia municipale di Foggia intervenuti sul posto nel giro di pochi secondi. Al loro arrivo, però, dei lavavetri non vi era più traccia. Al momento non esiste una disciplina efficace (al di là di una multa da comminare) che sia in grado di frenare o regolamentare un fenomeno dilagante, spesso causa di tensioni in città. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (20)

  • Ma dategli fuoco a qst maledetti...

  • Al proprio commercio?? E quale?? Non penso abbiano lasciato agio x passare giornate sotto il sole o al freddo di un semaforo!! Non sono il buon samaritano, ma meglio venti centesimi che una inutile rissa, il
    problema andrebbe risolto
    democraticamente alla radice,
    regolando gli accessi ed evitando che questi esseri umani vadano alla ricerca della felicità la dave non esiste,ma poi magari non ci
    sarebbero piu scatolami di pomodori a 0,20€ al supermercato frutto del lavoro sottopagato di manodopera di colore!! Piuttosto manderei via chi sta riducendo questa Città invivibile segno che saranno le prossime generazioni a dover cercare fortuna altrove

    • Avatar anonimo di carlo
      carlo

      Bravissimo e complimenti per la tua riflessione veramente itelligente e che è fatta da chi senza facile populismo cerca di sviscerare i veri motivi che hanno portato questi poveri cristi a venire da noi...non immaginando neanche di essere...torturati dal sole e da padroni indegni di essere definiti così... ciao, Salvatore e di cuore buon ferragosto!

  • Ma perchè prendersela con questi poveretti?? Bisognerebbe prendersela con tutti quelli che in nome dell'ospitalità ed accoglienza fanno in modo che questi continuino ad invadere le ns città senza assicurargli un lavoro ed un alloggio che non ci sono, forse per godere nel vederli vivere di stenti o sfruttati nei campi , nella prostituzione e nella criminalità. Non vedo altri motivi per cui i ns cari buonisti vogliono continuare eternamente a spalancare le porte per i loro ingressi.

    • Ma se non si preoccupano del lavoro e del benessere dei cittadini vuoi che lo facciano per loro!!!! Siam messi malissimo e purtroppo tutto fa business....una m.e.r.d.a di paese dove ancor peggio sono chi continua a votarli..

  • Ma quale sorriso, ci vole nu va fa ngull!!!!

  • L'alternativa che mi viene in mente, sarebbe renderli innocui con una metodica che si utilizzava anni fa...
    Lobotomia...

  • Catene al collo andrebbero rimandati nel loro paese...

  • Avatar anonimo di carlo
    carlo

    Se non possiamo allungare la mano e dare un po di centesimi ai lavavetri, evitiamo di reagire e diamo loro un gratuito sorriso: non c'e' altro da fare...purtroppo!!!

    • si vede che tu non cammini in macchina, e s ogni semaforo ti rompono il cetriolo

      • Avatar anonimo di carlo
        carlo

        Sei troppo simpatico e la tua battuta mi ha fatto fare un sacco di risate: io reagisco in questo modo, soprattutto quando rifletto che né tu né io possiamo risolvere questa amara situazione!!! Ciao e buona serata.

  • Avatar anonimo di carlo
    carlo

    Spero che le cose non peggiorino considerata la carenza di possibilità occupazionali per noi ed anche per gli extracomunitari! !!

  • Avatar anonimo di carlo
    carlo

    È la conseguenza dell'incapacità dei nostri politici che vivono...in un mondo fatto di lusso e lontano dalla realtà! Non c'è una politica che faccia leva sulla vera integrazione degli extracomunitari e tutti siamo costretti ad osservarli dall'interno delle nostre auto...quando ci va bene, perché quegli episodi, se le cose non cambiano rischieranno di inasprire!!!

  • sti facc de cazz.....se nan sciiii au paese lor.....%censored%!!!!

  • c'aveva sckaffà subt nu pugn mbacc'

  • Ne...di m..... Tornate nelle giungle

  • proprio in quella zona i lavavetri hanno un modo di fare aggressivo,invito le forze dell ordine ad allontanarli per il loro bene,sono sicuro che se dovessero per sbaglio lavare la macchina di un delinquente per loro sarebbe la fine,e sarebbe cosa gradita

  • Ma rimettiamoli sui gommoni e rimandiamoli a casa loro a pedate

  • ognuno,alle proprio paese e al proprio commercio, non guasterebbe x riprendere le economie mondiali!!!!!!

  • Conseguenze di una politica miope ed accondiscendente : personalmente, non ho mai allungato soldi a costoro e, se troppo insistenti, con modi via via più decisi, gli ho fatto comprendere che era meglio girare alla larga. Una sola volta ho messo i lampeggianti ed aperto lo sportello, prima di vederlo dileguarsi. Non se ne può davvero più, hanno occupato tutti gli incroci semaforici. Solo con un tunisino, di una certa età, e che è sul marciapiede di via del mare all' altezza del sottopassaggio, senza mai avvicinarsi alle auto, attendendo invece di essere chiamato, ho sempre avuto un diverso comportamento di aiuto e disponibilità, comperando l' accendino anche quando non mi serve !

Segnalazioni popolari

Torna su
FoggiaToday è in caricamento