Segnalazioni Candelaro / Via Mario Forcella

Via Forcella, dall'impianto abbandonato all'incrocio pericoloso. I residenti: “Intervenite”

L’incrocio pericoloso è quello situato tra via Forcella e via San Severo. La struttura, realizzata per attività ludiche e sportive, è diventata un rifugio per cani

Siamo i residenti di Via Mario Forcella ed in questi anni, dal 2006 ad oggi, pur avendo messo in bilancio “lo scotto” del vivere in periferia, ci siamo rimboccati le maniche e con attività di raccolte di firme, materiale fotografico, richieste di aiuto agli organi di stampa  e altre iniziative, siamo riusciti ad ottenere quelle cose che in altri luoghi della città sono già previste: vale a dire i cassonetti dell’immondizia, la circolare, una maggiore vigilanza dei luoghi e la cura del verde.

Peccato che a tutt’oggi  non abbiamo avuto ancora risultati positivi circa  la richiesta di miglioramento della  viabilità  all’incrocio tra via Mario Forcella e via San Severo, nonostante  avessimo rimarcato alla precedente amministrazione la necessità di una rotatoria. Tale mancanza, grave, vede le nostre famiglie perennemente esposte a rischi di incidenti in fase di immissione da e per via Forcella -  come già  avvenuto con il decesso di una persona - poiché le auto sfrecciano anche oltre i 100 km.

Dopo questo breve,m ma necessario cappello, poniamo bonariamente alla vostra attenzione alcune foto che mostrano l’attuale “stato d’uso” della struttura  sportiva esistente nella stessa via, a suo tempo realizzata dall’impresa Galano e ceduta al Comune poiché prevista negli accordi di urbanizzazione.

Agli organi di informazione - e quindi a tutti i cittadini che ne sono comunque proprietari - chiediamo se sono a conoscenza dell’avvenuta trasformazione dell’impianto sportivo, peraltro mai usato e forse  mai inaugurato, in residenza per ‘Amici a quattro zampe’ (ovviamente  con tutto il dovuto rispetto ed amore per questi veri ed inseparabili amici).  

Ci sembra opportuno evidenziare questa assurda vicenda, che riguarda una struttura che avrebbe dovuto arrecare benessere alla comunità, e permettere a giovani e adulti di fare sport o giocare a calcio. E' un vero peccato, trattandosi dell’ennesima occasione persa. Speriamo che il nuovo sindaco, come sta già facendo in altri settori, provveda immediatamente al ripristino della sua funzione originaria.

Facciamo presente che la struttura, già saccheggiata delle grondaie di rame dai soliti ignoti, in fase di consegna era dotata di numerose e costose piante che, con l’incuria dell’uomo e, nonostante la presenza del pozzo lasciato dall’impresa, hanno preso fuoco. Campeggiano nell’aridità dei luoghi solo alcune panchine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Forcella, dall'impianto abbandonato all'incrocio pericoloso. I residenti: “Intervenite”

FoggiaToday è in caricamento