← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Furto di cavi in rame al Comparto Biccari: da una settimana viale La Torre è al buio

Viale Giuseppe La Torre · Zona 167 - Via Lucera

Prosegue in città l'odiosa pratica dei furti di cavi in rame. Questa volta è toccato al Comparto Biccari, in viale Giuseppe La Torre, fare i conti con il buio che consegue alla sottrazione dei "preziosi" quanto imprescindibili cavi conduttori di elettricità.

"E' ormai una settimana - spiega il presidente del Comitato di quartiere Comparto Biccari, Antonello Abbattista - che viale Giuseppe La Torre, a partire dall'incrocio tra via Colecchia e via Ferraro fino a via Calmo, è al buio. Parliamo di un tratto di strada abbastanza lungo dove, peraltro, già eravamo costretti a fare i conti con lampioni spenti in larga parte per via della mancata manutenzione della pubblica illuminazione, piaga che ormai affligge Foggia da più di 5 anni".

"Ora ci auguriamo che non trascorrano tempi biblici per la risoluzione del problema, già all'attenzione del Comune e dell'ufficio pubblica illuminazione ormai quotidianamente costretto a sporgere denunce per i continui furti di rame che si verificano in città", prosegue Abbattista che conclude evidenziando come "questo furto testimonia, ancora una volta, l'assenza di controlli e sicurezza nelle periferie. Tuttavia è auspicabile il ripristino degli impianti in tempi rapidi considerato che, specialmente nel periodo estivo, nel Comparto Biccari si verificano, storicamente, furti in appartamento e di auto e l'oscurità non fa altro che favorire la delinquenza".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento