Sui Monti Dauni nascerà una scuola faunistico-venatoria: la prima del Sud nello storico 'Casone Iamele' di Celenza

Nascerà la prima scuola faunistico-venatoria del centro sud a Celenza Valfortore

Provincia e Atc Foggia insieme per promuovere un progetto tecnico di ambientamento della selvaggina presso lo storico 'Casone Iamele' a Celenza Valfortore sui Monti Dauni dove nascerà la prima scuola faunistico-venatoria del centro-sud Italia.

L’intesa tra Provincia di Foggia e Atc prevede la gestione, la manutenzione e l’ammodernamento delle strutture di preambientamento e dei recinti faunistici ubicati all’interno del centro. Inoltre è previsto lo sviluppo di programmi di sensibilizzazione e attività didattiche.

Le strutture saranno utilizzate come aree di preambientamento di esemplari di interesse conservazionistico (ungulati, anatidi, galliformi). L’Atc Foggia prevederà la presenza periodica di un veterinario per monitorare la fauna presente nel centro allo scopo di rispettare le condizioni igienico-sanitarie degli stessi.

Tra gli altri obiettivi prefissati, anche la valorizzazione del territorio attraverso percorsi naturalistici e l’organizzazione di eventi mirati alla conoscenza della flora e della fauna di una delle zone con la più alta biodiversità della Puglia.Coordinatore operativo del progetto è stato nominato il rag. Giuseppe Veneziani.

“Insieme faremo tante cose per rendere ancora più attraente il Bosco di Puzzano in agro di Celenza Valfortore dove spicca il maestoso Casone Iamele, non solo un centro di ambientamento della selvaggina, ma un interessante avamposto naturalistico e ambientale dove è possibile effettuare passeggiate rilassanti e scoprire il meraviglioso mondo faunistico e floristico dei Monti Dauni. Ringrazio la Provincia, la Regione e soprattutto l’architetto Stefano Biscotti e il commissario dell’ATC, Domenico Guerra, che hanno subito creduto in questo progetto”. Intanto l’associazione IFun ha scelto proprio il bosco di Casone Iamele per una escursione naturalistica.

Un gruppo di oltre venti persone è stato accolto dal coordinatore Giuseppe Veneziani e accompagnato da una guida esperta alla scoperta di flora e fauna della zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento