rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
social Lucera

Lucera sempre più in fiore: abbellito l'ingresso della chiesa di Sant'Antonio Abate

In vista delle prossime celebrazioni pasquali, l’iniziativa mira a valorizzare l’esterno di un edificio ecclesiastico antico

Crescono le adesioni di singoli cittadini, negozianti e organizzazioni all’iniziativa 'Lucera in fiore', il contest che intende sollecitare i cittadini a riempire di fiori e di colori la città, allo scopo di esaltarne la bellezza e sensibilizzare la comunità alla cura e al rispetto del verde e dell'ambiente.

Liana Benincaso, presidente del Lions Club, Michele Piacquadio, presidente del Rotary Club, e Vittorio Vonella, consigliere del Club per l’Unesco di Lucera, hanno riempito i vasi posti dinanzi all’edificio ecclesiastico antico, da sempre punto di riferimento per i riti della settimana santa e non solo. Sono stati accolti dal cappellano don Alfonso Tirri, che ha benedetto le piantine e i presenti, sottolineando che “i fiori parlano con la loro bellezza, noi curiamo loro e loro ci curano con la bellezza”. Da qui un’invocazione a proteggere chi custodirà le piante esposte in città aderendo al concorso 'Lucera in fiore', che premia allestimenti di balconi, vetrine, vicoli e terrazzi privati o di attività commerciali.

Le piantine abbelliscono un angolo di Via Federico II, zona del passeggio pedonale, vicino alla villa comunale, gesto che vuole sottolineare anche l’importanza della coesione nel raggiungere un obiettivo comune. “La condivisione e la sinergia sono il segreto del successo – ha spiegato Liana Benincaso - e l’impegno delle nostre associazioni sul territorio è proprio questo: cercare di portare avanti delle iniziative, ma anche partecipare a quelle delle altre, perché solo così si possono ottenere grandi risultati. In particolare, questo concorso ci dona un po’ di splendore, di bellezza e di luce in un momento caratterizzato dal grigiore dovuto alla pandemia e alla guerra”.

Sulla stessa linea Vittorio Vonella che ha rimarcato il benessere psico-fisico che possono trarre i cittadini dal passeggiare in un contesto colorato dai fiori, che “simbolo di amore e di pace e come non mai in questo periodo abbiamo bisogno dell’uno e dell’altra, che sono da intendere come sinonimi”. “Abbiamo accolto con entusiasmo l’invito a partecipare a questa iniziativa – ha aggiunto Michele Piacquadio – che valorizza il bello che già c’è nella nostra città, sia dal punto di vista architettonico che paesaggistico, e non fa altro che farla risaltare di più. Siamo felici, quindi, di aver dato più visibilità a questo progetto”.

Soddisfatti anche gli organizzatori del contest floreale che vede cresce di giorno in giorno il numero dei partecipanti anche tra le attività commerciali. “La comunità sta rispondendo bene al messaggio che volevamo lanciare – ha dichiarato Antonio Lembo, uno dei promotori -, cioè di avere cura della città a partire dai nostri balconi e davanzali, avere maggiore rispetto dell’ambiente e rendere più bello il luogo in cui viviamo, al di là del premio finale, che consiste in buono spesa del valore di mille euro. Ricordo che ci si può iscrivere fino al prossimo 31 maggio sul sito lucerainfiore.it. Da giugno la giuria, composta da tre artisti: Carla De Girolamo, Raffaele Battista e Gianni Pitta, valuterà le foto e girerà per le strade in cerca del bello creato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucera sempre più in fiore: abbellito l'ingresso della chiesa di Sant'Antonio Abate

FoggiaToday è in caricamento