Martedì, 26 Ottobre 2021
social San Marco la Catola

Un defibrillatore salva la vita anche a San Marco La Catola

L'inaugurazione nella 'Casa della Vita Brecciolosa' nella struttura residenziale socio-sanitaria gestita da Sicura, che accoglie persone affette da problematiche psicosociali e/o psichiatriche.

Hanno seguito un corso di formazione per acquisire le conoscenze, le abilità pratiche e le tecniche necessarie per fornire Basic Life Support con o senza l'ausilio di un Defibrillatore Automatico Esterno. E adesso, tutti gli operatori di Casa per la vita 'Brecciolosa' hanno le competenze necessarie per salvare una persona vittima di arresto cardiaco.

Perché quello degli operatori di 'Brecciolosa' è un 'Cuore Matto' che batte di solidarietà e di voglia di intervenire con efficacia per salvare vite umane, per scongiurare la morte cardiaca improvvisa.

Grazie al defibrillatore che troverà posto negli spazi di Casa per la vita 'Brecciolosa', San Marco La Catola fa un ulteriore passo in avanti nel diventare una comunità cardioprotetta. L’ inaugurazione e posa dell’apparecchio salvavita si svolgerà giovedì 14 ottobre a partire dalle 10.30 nella struttura residenziale socio-sanitaria gestita da Sicura, che accoglie persone affette da problematiche psicosociali e/o psichiatriche.

L’eventom intitolato 'Cuore Matto', rientra nell’ambito delle attività previste in occasione della giornata mondiale della salute mentale che si celebra ogni anno nel mese di ottobre.

Alla posa del dispositivo elettromedicale interverranno il sindaco di San Marco la Catola, Paolo De Martinins, gli ospiti e gli operatori di Casa per la vita 'Brecciolosa' e gli abitanti del caratteristico borgo dei Monti Dauni.

Si tratta di un momento di condivisione importante per la comunità, che grazie all’intervento e alla donazione di sicura potrà fare affidamento sul nuovo defibrillatore.

In attesa dell’arrivo dei soccorsi qualificati, infatti, persone addestrate e defibrillatori a disposizione sul territorio possono intervenire tempestivamente aumentando la percentuale di sopravvivenza delle vittime di arresto cardiaco ed evitare un eventuale danno cerebrale se il cervello rimane troppo a lungo senza ossigeno. Di qui, l’idea di far diventare anche 'Brecciolosa' un presidio di soccorso con personale qualificato capace di intervenire in caso di necessità.

Grazie al corso di formazione tenuto dall’azienda Dan Europe tutti gli operatori hanno acquisito le tecniche necessarie per fornire Basic Life Support (Bls) con o senza l'ausilio di un Defibrillatore Automatico Esterno ad adulti vittime di infortuni pericolosi per la vita o di arresto cardiaco, mentre viene attivato il locale Servizio Medico della Emergenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un defibrillatore salva la vita anche a San Marco La Catola

FoggiaToday è in caricamento