social

Casonetto, il rifugio alle pendici del Monte Cornacchia: sarà a disposizione di camminatori ed escursionisti anche d'inverno

La locale sezione del Club Alpino Italiano ha ottenuto un finanziamento per il miglioramento del sistema di riscaldamento nell’ambito del bando nazionale 'Fondo Stabile Pro Rifugi'. Fondamentale il sostegno del Comune di Castelluccio Valmaggiore

Il Casonetto, unico rifugio CAI in Puglia, sarà fruibile anche nei mesi invernali. Il Cai Foggia ha ottenuto un finanziamento per il programma di miglioramento del sistema di riscaldamento della struttura che sorge alle pendici di Monte Cornacchia.

Il progetto è stato presentato nell’ambito del bando nazionale 'Fondo Stabile Pro Rifugi' del CAI - nel filone dedicato alla catena appenninica - classificandosi secondo in graduatoria.

Fondamentali sono stati, per la realizzazione degli interventi, l’autorizzazione alle opere e il sostegno da parte del Comune di Castelluccio Valmaggiore – nei cui agro sorge il rifugio - e del suo primo cittadino, Rocco Grilli.

La presenza del Rifugio Casonetto – spiega la presidente del CAI Foggia, Caterina Forcella - è un valore aggiunto per il territorio dei Monti Dauni, lì dove incrociano il Sentiero Italia CAI nel tratto che attraversa la Capitanata, il sentiero Frassati della Puglia, il Monte Cornacchia, il Lago Pescara, il bosco comunale della Difesa. Siamo contenti del riconoscimento del CAI Centrale che valorizza ulteriormente le Terre Alte del Mezzogiorno d'Italia e della stretta collaborazione con il Comune di Castelluccio Valmaggiore, che ha dato il rifugio in comodato gratuito al CAI e ha permesso questa ulteriore progettualità che valorizza ulteriormente la struttura. Un ringraziamento particolare va all'architetto progettista Biagio Mansueto che ha curato il progetto vincitore con disponibilità e competenza”.

Il bando 'Fondo Stabile Pro Rifugi' del CAI Centrale è finalizzato a promuovere progetti cofinanziati per interventi di varia natura presso strutture ricettive delle Sezioni del Club Alpino Italiano, mediante la concessione da parte del Comitato Direttivo Centrale di contributi a fondo perduto ed in conto capitale. Gli interventi approvati per il rifugio Casonetto serviranno a migliorare la ricettività (n. 11 posti letto) e l’accoglienza di una struttura che sorge in una magnifica posizione, alle pendici di Monte Cornacchia, la cima più alta della Puglia (m. 1.151), con vista sul mare del golfo di Manfredonia, sul Tavoliere, sulle Murge baresi, sul Monte Vulture in Basilicata e sulle montagne campane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casonetto, il rifugio alle pendici del Monte Cornacchia: sarà a disposizione di camminatori ed escursionisti anche d'inverno

FoggiaToday è in caricamento