Sua maestà la 'Paposcia', il panfocaccia tipico del Gargano che fa impazzire i turisti di tutto il mondo

La Paposcia è una particolare tipologia di pane proveniente dalla zona del Promontorio del Gargano. Scopriamo di più su questa prelibatezza della cucina tradizionale

Paposcia

La Paposcia è un pane focaccia prodotto nella zona del Gargano, più precisamente a Vico del Gargano un piccolo paese in provincia di Foggia. 

Questo pane è legato alla tradizione culinaria del posto, e la ricetta ancora oggi segue quella originale; si tratta di un alimento della cultura contadina che veniva utilizzato e prodotto già a partire dal XVI secolo. Ha una forma molto particolare, schiacciata e allungata, che ricorda quella di una pantofola, e da qui il nome "paposcia" che in dialetto foggiano significa appunto ciabatta/pantofola.

Un prodotto con una grande storia alle sue spalle.

Come nasce la Paposcia

La Paposcia nasce in origine dai residui di pasta di pane che rimanevano attaccati alla madia, i quali non venivano sprecati bensì riutilizzati, rimpastati e cotti in forno a legna. Da qui si capisce come questo pane sia frutto della cultura del non-spreco e del riciclo.

Una volta cotta può essere condita e farcita in tanti modi differenti, ad esempio con olio extravergine di oliva e formaggio fresco locale.

La ricetta della Paposcia 

Per realizzare questo pane tipico pugliese ecco cosa vi occorre:

  • 850 gr di farina tipo 00
  • 540 ml di acqua tiepida
  • sale q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 250 gr di lievito naturale

Ecco come procedere:

  • tagliate il lievito e fatelo sciogliere in acqua tiepida
  • aggiungetelo a metà della farina e impastate bene con le mani
  • pian piano unite la restante farina 
  • in ultimo aggiungete olio e sale a piacere e continuate a lavorare l'impasto
  • una volta pronto, trasferite il tutto su un canovaccio e lasciate riposare per 10 minuti
  • trascorso il tempo lavorate di nuovo la pasta e fate nuovamente riposare per altri 30 minuti
  • dopo di che il tutto va trasferito in frigorifero per almeno 24 ore
  • successivamente potete dividere l'impasto in panetti lunghi circa 30 cm 
  • adagiateli su una leccarda da forno e cuocete per 20 minuti in forno ventilato alla massima temperatura

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia nel Foggiano: morta 11enne, genitori ricoverati in gravi condizioni a San Giovanni Rotondo

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento