Michele De Virgilio, l'attore della "carezza alla memoria" delle vittime di viale Giotto che dà lustro alla città di Foggia

La carriera, la formazione e gli studi di Michele De Virgilio

Michele De Virgilio, foto Ansa

Nato a Foggia nel 1969, Michele De Virgilio è un attore di cinema, teatro e televisione.  La sua carriera teatrale ha inizio ben presto, frequenta un corso biennale di recitazione e a 16 anni debuta in teatro.

Terminati gli studi superiori, partecipa alle selezioni della scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova, dove si diploma; successivamente viene scritturato in diverse compagnie teatrali e lavora accanto a Mariangela Melato, Franco Branciaroli, Eros Pagani, Gabriele Lavia, Elio De Capitani, Marco Sciaccaluga.

Stabilitosi a Roma, frequenta un master europeo in gestione d'impresa cinematografica e recita in vari film, in "Sotto la luna" di Franco Bernini. Ma non è tutto, perché la sua carriera lo vede anche regista di cortometraggi e documentari, uno fra tutti è "Pausa" che nel 2000 vinse il N.I.C.E. festival di New York – San Francisco e rappresenta l’Italia al festival del cinema di Berlino.

Inoltre, De Virgilio ha recitato anche in diverse serie televisive di grande successo, come Don Matteo 8, Che Dio ci aiuti, Crimini 2, Rex, Elisa di Rivombrosa Parte Seconda, Carabinieri 5, Il Maresciallo Rocca, Un caso di coscienza 5 e molti altri ancora.

Tra i film per il cinema dove ha recitato ne ricordiamo alcuni: L'uomo di acqua dolce diretto da Antonio Albanese Il viaggio della sposa di Sergio Rubini, Il vizio di vivere di Dino Risi, Liberate i pesci! di Cristina Comencini, Altri uomini di Claudio Bonivento, Miracolo a Sant'Anna regia di Spike Lee, Le bande di Lucio Giordano, Non me lo dire di Vito Ceo, Ameluk di Mimmo Mancini, Lo spietato di Renato de Maria e Fortezza Bastiani di Michele Mellara.

De Virgilio è anche l'autore e l'attore di 'Tonino a testa in giù', "una carezza alla memoria" delle 67 persone morte l'11 novembre 1999 nel crollo di viale Giotto, quando in una manciata di secondi un palazzone di 6 piani al civico 120 si accartocciò su sé stesso provocando la morte di 67 persone. Uno spettacolo co-prodotto dal Teatro dei Limoni, che debuttò a Foggia, in anteprima nazionale, per la regia di Marie Pascale Osterrieth, nel febbraio del 2012 e che da allora ha calcato numerosissimi palcoscenici e incontrato le giovani platee delle scuole, spingendosi fino a Parigi. Da allora, lo spettacolo non si è mai fermato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonti: Wikipedia; Michele De Virgilio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intenso nubifragio su Foggia: allagamenti e black out in città, chiuso il sottopasso di via Scillitani

  • Ancora assalto a portavalori sulla A14: paura tra gli automobilisti e traffico bloccato verso Canosa

  • Coronavirus, risalita vertiginosa dei contagi: 26 nuovi casi in Puglia (9 nel Foggiano)

  • Il mare agitato tiene 'in ostaggio' 7 persone (tra cui 3 bambini): militare di Amendola si tuffa in acqua e le salva: "Ho temuto anch'io"

  • Dal Lussemburgo alla Puglia per le ferie: 6 turisti positivi al Covid-19, erano partiti senza attendere i risultati del test

  • "Non posso 'chiudere' la Regione". Emiliano ai prefetti: "Regole ferree: dobbiamo convivere col virus"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento