rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
social

Premiato il foggiano Enzo Dota: quello di Localtoursim è il miglior modello di integrazione territoriale

Due giorni di meeting organizzato da 'confimpresaitalia' sezione pugliese dal titolo 'ripartiamo Puglia'

“Questo premio gratifica l’ostinazione con la quale, da più di dieci anni, studiamo come declinare in ambito digitale il marketing territoriale, attraverso l’innovazione dei processi”. Sono queste le prime parole di Enzo Dota, presidente della Rete del Mediterraneo e ceo del progetto Localtourism.it, subito dopo il ritiro del premio 'per il miglior modello di integrazione territoriale' consegnatogli da 'confimpresaitalia' il 17 e 18 giugno scorso a Trani. “Sono ancor più contento oggi, visto che anche cantine arpi di Foggia, una delle aziende che ha da subito creduto nel progetto localtourism.it diventando un local ambassador (ambasciatore locale, n.d.r), viene premiata per essersi distinta vincendo, con i suoi vini, due concorsi enologici internazionali” - ha continuato Dota – “ questo è un’ulteriore conferma che l’idea alla base del nostro progetto, e cioè creare un luogo digitale nel quale le aziende enogastronomiche possano valorizzarsi insieme al loro territorio mettendo 'a sistema' il rapporto tra i loro prodotti, la cultura e il turismo esperienziale della loro terra, funziona”.

Il premio era inserito nella due giorni di meeting organizzato da 'confimpresaitalia' sezione pugliese dal titolo 'ripartiamo Puglia', organizzato dal presidente regionale della confederazione Italiana delle imprese, delle attività professionali e del lavoro autonomo, Rino De Martino, al suo debutto nelle vesti di vice presidente nazionale con delega al Mezzogiorno. Numerosi gli ospiti che si sono avvicendati nel corso delle quattro sessioni di incontri che hanno preceduto la premiazione, tutte coordinate da una grande figura del giornalismo italiano: Attilio Romita.

Il presidente nazionale Luigi Manganiello ha messo in risalto come “questa iniziativa, e in generale l’esperienza di 'confimpresaitalia', devono divenire segni concreti di impegno e di solidarietà, soprattutto in questo momento drammatico dovuto al covid in cui bisogna a tutti i costi organizzare la speranza e, quindi, è necessario poter contare su una classe dirigente imprenditoriale solerte e preparata e capace di inventiva”. Sottolineando come questo discorso "vale per la Puglia, vale per il sud Italia, vale per l'Italia intera e ai nostri giorni ancor di più vale a ogni latitudine del pianeta".

Nella due giorni di incontri e dibattiti si sono alternati tra gli altri Nunzio Angiola (onorevole segretario della V commissione permanente bilancio e tesoro), Manlio Guadagnuolo (commissario straordinario del governo zes adriatica interregionale Puglia-Molise), l’imprenditore Salvatore Matarrese, Francesco Paolo Sisto (sottosegretario di Stato del ministero della giustizia), Vincenzo Muscatiello (professore ordinario di diritto penale all’università di Bari). La 'speranza' e l’'ottimismo', dunque, sono state le parole chiave di questa due giorni di incontri in questo periodo di rinascita per il nostro paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premiato il foggiano Enzo Dota: quello di Localtoursim è il miglior modello di integrazione territoriale

FoggiaToday è in caricamento