Sua maestà la Passionata, il dolce tipico di Troia orgoglio culinario dei Monti Dauni

La passionata è il dolce tradizionale del piccolo borgo di Troia, in provincia di Foggia

Foto della pasticceria Casoli

Il comune di Troia, Troië in dialetto pugliese, è situato sulle pendici dei Monti della Daunia proprio a ridosso del Tavoliere delle Puglie. Un borgo antichissimo, il cui centro ha avuto origine prima delle guerre puniche. Troia subì diverse invasioni, dagli antichi romani ai barbari, fino ai bizantini che la trasformarono in roccaforte.

Oggi, con circa 8000 abitanti, questo piccolo centro vanta diversi monumenti e luoghi di interesse religioso, come la Chiesa di San Vincenzo Martire, oppure, la Basilica di San Basilio Magno risalente probabilmente all’epoca paleocristiana.

Un motivo per visitare Troia è la tradizione culinaria legata alla terra e all’agricoltura; grande produzione di olio extravergine di oliva, così come di tutte le pietanze tipicamente pugliesi, come le orecchiette con le cime di rapa. Ma una delle esclusività culinarie del luogo è La Passionata, ossia il dolce tipico della tradizione troiana.

La Passionata: cos’è e come è nata

La Passionata è un dolce molto semplice, che per la forma circolare e la preparazione ricorda un po’ la cassata siciliana. 

Un impasto morbido e soffice a base di ricotta di bufala, mucca e pecora, marzapane, biscuit all’arancia più una deliziosa copertura di pasta di mandorle; conquista al primo assaggio con un tripudio di sapori unico e inimitabile. 

Questo dessert è nato da un’idea e un'intuizione di Lucia Casoli e Nicola Mecca, della Pasticceria Casoli dove è possibile gustare non solo la classica Passionata, ma anche buonissime varianti alla frutta oppure aromatizzate al Moscato di Trani. 

La Passionata è divenuta in poco tempo l’orgoglio culinario di questo piccolo centro della provincia di Foggia.

Ecco dove gustare La Passionata di Troia

Pasticceria Casoli in Viale Regina Margherita, 121

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento