Lunedì, 15 Luglio 2024
social San Marco in Lamis

Restituito alla collettività il sentiero 'Rocela Vacca': una fruizione migliore per escursionisti, ciclisti e amanti della natura

Il sentiero 'Rocela Vacca-Dolina Centopozzi' unisce, per circa 6,5 km, i comuni di San Marco in Lamis e Rignano Garganico, amministrazioni comunali beneficiarie del finanziamento del Gal il cui progetto è stato redatto ed eseguito dal Consorzio di Bonifica Montana del Gargano

È stato inaugurato ieri, domenica 26 marzo, il settimo sentiero finanziato dal Gal Gargano nell’ambito dell’intervento di attuazione della propria strategia di sviluppo locale 'Sentieri di incontro. Valorizzazione delle filiere'.

Il sentiero 'Rocela Vacca-Dolina Centopozzi' unisce, per circa 6,5 km, i comuni di San Marco in Lamis e Rignano Garganico, amministrazioni comunali beneficiarie del finanziamento del Gal il cui progetto è stato redatto ed eseguito dal Consorzio di Bonifica Montana del Gargano.

Il tracciato ha visto dunque non solo la riqualificazione e la valorizzazione del patrimonio ambientale e paesaggistico dei due comuni ma anche la tutela dei diversi tipi di habitat di flora e fauna – ricadenti nell’area del Parco Nazionale del Gargano – attraverso una regolarizzazione dell’accesso e della mobilità dei fruitori del sentiero.

All’inaugurazione del sentiero hanno preso parte il presidente e il direttore del Gal, Umberto Porrelli e Annarosa Notarangelo, Michele Merla e Luigi Pio Di Fiore, rispettivamente sindaci dei Comuni di San Marco in Lamis e Rignano Garganico. Era presente inoltre anche il presidente del Parco Nazionale del Gargano, Pasquale Pazienza. “Il sentiero inaugurato quest’oggi per cui ringrazio le due amministrazioni comunali coinvolte, e che rientra nel più generale intervento del Gal Gargano con l’impegno di oltre 2 milioni di euro ha permesso ai comuni coinvolti di riqualificare, in chiave ecosostenibile, un sentiero che oggi è restituito alla collettività per una migliore fruizione da parte di escursionisti, ciclisti e appassionati della natura. Negli ultimi due anni, nell’ambito della nostra strategia di sviluppo locale, sono già sette i sentieri nuovamente fruibili a cui ben presto se ne aggiungeranno altri quattro” il commento di Porrelli.

Il riferimento è ai sentieri, con i lavori ormai in dirittura d’arrivo, che riguardano i comuni di Cagnano Varano e San Giovanni Rotondo (sentiero delle anguille) e di Monte Sant’Angelo e Cagnano Varano (sentiero dell’Arcangelo) oltre ai nuovi due progetti finanziati e che riguardano i sentieri di Carpino-Ischitella e di Mattinata-Monte Sant’Angelo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restituito alla collettività il sentiero 'Rocela Vacca': una fruizione migliore per escursionisti, ciclisti e amanti della natura
FoggiaToday è in caricamento