Mercoledì, 20 Ottobre 2021
social

La foggiana Sara Bruno fa il bis, vince ancora al World Pastry Stars: è lei la miglior pasticcera under 35

L'evento, si è tenuto nella giornata di martedì a Milano nelle giornate di lunedì 4 e martedì 5 ottobre. Il tema che i concorrenti sono stati chiamati ad affrontare è stata l'ideazione di un biscotto da credenza che avesse come protagonista il cioccolato e il relativo food cost

Nel maggio del 2019 si impose al World Pastry Stars - primo congresso internazionale di pasticceria, fondato dal celebre pasticciere Iginio Massari con Italiagourmet - come miglior pasticcere donna sbaragliando la concorrenza in un contest sulla biscotteria da tè. A distanza di due anni la foggiana Sara Bruno si è concessa un prestigioso bis aggiudicandosi il premio di 'Miglior Pasticcere Under 35'. 

L'evento, si è tenuto nalla giornata di martedì a Milano nelle giornate di lunedì 4 e martedì 5 ottobre. Il tema che i concorrenti sono stati chiamati ad affrontare è stata l'ideazione di un biscotto da credenza che avesse come protagonista il cioccolato e il relativo food cost. "Un prodotto - si legge nella descrizione del contest - in teoria semplice da realizzare, ma che richiede impegno per stupire la giuria per la tecnica, la creatività, il bilanciamento degli ingredienti e una texture riconoscibile". 

Durante il concorso, la Bruno ha presentato 'Kràsis', un biscotto da credenza formato da una base di frolla con cioccolato fondente 70% e fava di tonka, impreziosita da una frolla montata con cioccolato al latte 46%, note di caffè e limone. Kràsis, in greco vuol dire equilibrio: "L'equilibrio negli abbinamenti scelti, insieme all'aspetto cromatico e alla forma, mirano a reinventare un prodotto classico della pasticceria secca", spiega a FoggiaToday la giovane pasticcera. 

WhatsApp Image 2021-10-07 at 16.42.17-2

La giuria, composta da Gianluca Fusto, Anna Sartori, Giovanni Cavalleri e Lucca Cantarin, le ha assegnato il primo premio alla giovane pasticcera foggiana per avere "letto e rispettato appieno il regolamento, cosa non scontata. Ha fatto una minuziosa ricerca di texture cercando di valorizzare l'ingrediente primordiale, il cioccolato. Il biscotto ha una fattura precisa e molto regolare ed è stato presentato con un packaging uniforme". 

"È stata una bellissima coincidenza vedere che nel 2019 per il contest di Miglior Pasticcere Donna in esame era prevista la pasticceria da tè e quest'anno il contest per il Miglior Pasticcere Under 35 prevedesse la creazione di un biscotto da credenza", racconta la Bruno. "Il mondo della pasticceria è ampio, ma ho un debole per la pasta frolla. Quindi, per me è stata una sfida ancora più impegnativa e gratificante", ha concluso.

Laureata in Economia Aziendale all'Università di Urbino, ma appassionata alla pasticceria sin da piccola, Sara decise di assecondare la sua passione per la pasticceria iscrivendosi alla Alma di Gualtiero Marchesi e diventando, nel 2016, una professionista della pasticceria. Da allora lavora nel noto locale bolognese Pappare', situato sotto le due torri. 

Sara Bruno-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La foggiana Sara Bruno fa il bis, vince ancora al World Pastry Stars: è lei la miglior pasticcera under 35

FoggiaToday è in caricamento