rotate-mobile
social Monte Sant'Angelo

L’Inferno di Mimmo Paladino sul Gargano: 'ciak si gira' a Monte Sant’Angelo e Mattinata

Nella città dei due siti Unesco sono iniziate le riprese del film del pittore e scultore

Ciak a Monte Sant’Angelo per il film ‘Inferno’ del pittore e scultore Mimmo Paladino. La città dei due siti Unesco diventa, ancora una volta, set cinematografico. L’ultimo lavoro del maestro è ispirato a una delle cantiche di Dante e incrocia il presepe napoletano. Si gira anche a Mattinata, in Foresta Umbra e nell’Abbazia di Santa Maria di Pulsano. Produzione all’opera nel Santuario di San Michele Arcangelo.

Nel cast, oltre a Toni Servillo, Nino d’Angelo, Alessandro Haber, Giovanni Esposito e Sergio Rubini. Il film è prodotto da Run Film, in collaborazione con Nuovo Teatro e Rai Cinema e con il contributo della Regione Campania e del Ministero dei Beni culturali. Per le riprese, Mimmo Paladino, che aveva già ambientato anche in provincia di Foggia il suo documentario 'Senza Lucio' dedicato a Dalla, ha scelto Puglia e Campania.

Grazie al sostegno dell’Apulia Film Commission, negli ultimi anni Monte Sant’Angelo è stata scelta da importanti produzioni: ‘Non c’è più religione’ diretto da Luca Miniero con Claudio Bisio, Alessandro Gassman, Angela Finocchiaro (2016); ‘Il mio corpo vi seppellirà’ diretto dal regista Giovanni La Parola (marzo 2021); l’esordio cinematografico nel 2014 di Pio e Amedeo con ‘Amici come noi’ (regia di Enrico Lando per la produzione di Medusa Film, Taodue in collaborazione con Mediaset Premium); ‘The classic horror story’ diretto da Roberto De Feo e Paolo Strippoli uscito a luglio su Netflix; ‘La sposa’, fiction per Rai Uno con Serena Rossi e, nel dicembre 2021, il regista americano Abel Ferrara ha ambientato il suo ‘Padre Pio’ tra le strade e i vicoli della città dei due siti Unesco.

monte sant'angelo set-2

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Inferno di Mimmo Paladino sul Gargano: 'ciak si gira' a Monte Sant’Angelo e Mattinata

FoggiaToday è in caricamento