Il Convento di San Matteo, il maestoso monastero del Gargano ricco di storia, volumi rari e opere d'arte

Il Convento di San Matteo è un edificio religioso situato a San Marco in Lamis

Il Convento di San Matteo

Il magnifico monastero, originariamente conosciuto come Convento di San Giovanni in Lamis, è situato alle pendici del Monte Celano ed è circondato da una folta e ricca vegetazione. 

Questa costruzione a carattere religioso venne probabilmente edificato dai Longobardi, anche se non si hanno notizie precise circa la data della sua fondazione; secondo alcune testimonianze in quella zona esistevano già un ospizio e una chiesa a partire dal V-VI secolo, dove trovavano rifugio i pellegrini diretti presso la grotta dell'Arcangelo a Monte Sant'Angelo.

Secondo studi storici, si tratta di un'abbazia benedettina fondata nell’alto medioevo, che nel 1578 venne donata da Papa Gregorio XIII ai francescani e prese il nome di San Matteo perché luogo di devozione dell'evangelista.

Un luogo di grande spiritualità, che ancora oggi richiama moltissimi fedeli in quanto situato a pochi chilometri di distanza dalla Tomba di San Pio da Pietrelcina a San Giovanni Rotondo; la posizione "strategica" dal punto di vista religioso e naturalistico ha contribuito, quindi, ad aumentare la notorietà del convento.

Il Convento di San Marco è visitabile e aperto al pubblico, da non perdere la biblioteca dedicata a padre Antonio Fania da Rignano Garganico, nella quale sono custoditi più di 60.000 volumi; inoltre, questa è anche un museo perché al suo interno vi sono numerose opere d'arte, come staute, quadri e simulacri.

Sempre all'interno del convento è possibile ammirare i resti di affreschi medievali sulle pareti, che raffigurano San Francesco in visita sul Gargano. Lungo i lati vi sono, invece, gli altari minori interamente realizzati con la tipica pietra di Monte Sant'Angelo e dedicati a San Giovanni Battista, San Giuseppe, Immacolata Concezione e Sant'Antonio da Padova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Lo strano caso della Puglia 'Gialla' ma a 'rischio alto': foggiani verdi ma di rabbia

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento