rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022

La città medievale di Montecorvino: alla scoperta della Cattedrale di Sant'Alberto

Tra i comuni di Pietramontecorvino e Motta Montecorvino, in agro di Volturino, i resti di una cattedrale, vicino alla 'Sedia del Diavolo'

Ai piedi di Pietramontecorvino, il rudere di un'antica torre medievale e i resti di una cattedrale, sono la testimonianza di una civiltà antica vissuta intorno all'anno 1000. Entrambi i resti sono le uniche testimonianze della città medievale dalla quale successivamente nacque Motta Montecorvino. 

Alta 24 metri, Torre Montecorvino o 'Sedia del Diavolo', chiamata così per via della sua attuale forma, era a protezione della città Montecorvino che fu distrutta nel 1137 dalle truppe del re normanno Ruggero II. Una ricerca archeologica nel sito di Montecorvino, a cura del dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia, ha portato alla luce i resti di una cattedrale che fu dimora del patrono di Pietramontecorvino, Sant’Alberto.

I numerosissimi reperti ritrovati, tra cui blocchi decorati della cattedrale a intonaci dipinti, maioliche, vetri decorati, anelli, monete bronzee, punte di frecce, attrezzi da lavoro e alcuni pregevoli manufatti di ceramica invetriata, sono la prova della ricchezza e della vitalità del castrum di Montecorvino.

Video popolari

La città medievale di Montecorvino: alla scoperta della Cattedrale di Sant'Alberto

FoggiaToday è in caricamento