La Difesa, l'immenso polmone verde della grotta più famosa del Gargano dove se nevica sembra di essere in una fiaba

Una vasta riserva naturale ricca e rigogliosa, un polmone verde da proteggere e tutelare, questo è il Bosco Difesa

La neve, foto di Leonardo Martino

Il Bosco Difesa di San Marco in Lamis copre una superficie di circa 2000 ettari, ed è diviso a metà dalla strada vicinale San Marco in Lamis e Cagnano Varano. Questa riserva naturale, situata a pochi chilometri dal centro abitato, è costituita da alberi con foglie caduche e sempreverdi; infatti, è definita anche bosco caducifoglio.

Durante la stagione primaverile è possibile ammirare le fioriture delle orchidee spontanee. Inoltre, qui vi sono alcune piante sempreverdi, come il Leccio l'Edera, il Pungitopo. Il bosco è da visitare anche perché qui vi è la grotta più famosa del Gargano, ossia la Grotta di Montenero, ricca di stalattiti e stalagmiti e composta da ampie stanze alle quali si accede tramite cunicoli.

Per quanto riguarda la flora, il Bosco Difesa è ricco e variegato di piante e fiori, come Querce, il Biancospino, i Nespoli, i Prugnoli, la Roverella, la Santoreggia montana ed Euforbia spinosa. Qui è possibile ammirare anche tre specie di Narciso, come il Narcissus pöeticus, la tazetta e il serotinus, la rosa canina, le tuberose e diverse specie di timo, origano e menta.

Il Bosco Difesa è uno dei luoghi del FAI, ma oggi la bellezza di questo luogo - che con la neve diventa un luogo ancor più suggestivo - è minacciata dalla sporcizia e dai rifiuti abbandonati. Per tale ragione, cittadini, amministratori comunali, volontari e associazioni svolgono spesso attività di sensibilizzazione e pulizia del territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonti: Gargano verde; Puglia.com

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • In arrivo un nuovo decreto, filtra una bozza: restrizioni fino al 31 luglio e multe fino a 4mila euro per i trasgressori

  • Capitanata sotto choc, medico muore nell'inferno del Coronavirus. "Unica colpa è di aver fatto il suo dovere"

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • "Mai visto nulla di simile". Dentro l'ospedale Covid di Casa Sollievo. Il dr Del Gaudio: "Il lavoro è duro e complesso"

  • Chiudono le pompe di benzina e gasolio: si comincia da mercoledì: "Da soli non ce la facciamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento