Donatella, Antonio e quel sogno 'buono come il pane'. Di Foggia la coppia che sforna idee e ricette su Instagram

Il progetto dei foodies foggiani Donatella e Antonio. Sposati da qualche anno, oltre alla quotidianità condividono anche la passione per la cucina ed il buon cibo, attraverso una pagina Instagram dedicata, che conta oltre 8590 follower

‘Metti tavola’. Come una esortazione a stare insieme, un imperativo di condivisione, ma soprattutto un richiamo ad una capacità (tutta meridionale) di riuscire ad approntare sempre qualcosa di buono per chi si ama.

Tutto questo è racchiuso nel progetto ‘Metti tavola’ dei foodies foggiani Donatella e Antonio. Sposati da qualche anno, 45 anni lei e 41 lui, oltre alla quotidianità condividono anche la passione per la cucina ed il buon cibo. Con Donatella ai fornelli e Antonio dietro all’obiettivo, infatti, la coppia foggiana ‘sforna’ idee e ricette sulla pagina Instagram dedicata che, in poco più di un anno, conta già 8590 follower: “Un risultato importante, che ci avvicina a passi spediti verso il nostro obiettivo: al raggiungimento dei 10mila follower apriremo il nostro blog ufficiale”, assicurano.

Come nasce il progetto? “Per Donatella è stata una scommessa. Era il 2018 quando di punto in bianco ha perso il lavoro per il mancato rinnovo del contratto. A quel punto ha deciso di non abbattersi, ma di dedicarsi ad una passione per la quale prima non aveva mai tempo: la cucina”, racconta Antonio. Sempre con il sostegno del marito, Donatella si è messa in gioco tra i fornelli con preparazioni sempre più rifinite e complesse, tutte condivise ‘virtualmente’ sui social. “In breve tempo ci siamo ritrovati nel circuito dei food lovers prima, e dei food blogger poi, permettendoci di partecipare anche a manifestazioni del territorio. Tra queste, dovevamo essere presenti anche a ‘Libando’ dello scorso aprile, ma il lockdown ha bloccato tutto”.

Paradossalmente, proprio durante il lockdown il progetto ‘Metti tavola’ ha registrato una maggiore crescita: “Si è consolidata una comunità di follower fedeli”, spiega Donatella. “Abbiamo avuto modo di seguire dirette di interessanti food blogger e di essere seguiti a nostra volta nelle nostre dirette, ritagliandoci il nostro spazio nel settore. Una vera e propria affiliazione”, racconta. “Inoltre abbiamo stretto collaborazione con diverse aziende come test ambassador. Tutto questo mossi solo dalla passione”, precisa Antonio.

Sono lontani ormai i tempi in cui l’unico piatto che Donatella riusciva a servire erano gli gnocchi (“sapevo fare solo quello”, sorride). Ora dietro ogni preparazione c’è impegno, studio, ricerca. “La gola riveste una componente importante, ma mi piace sfruttare valorizzare anche la ‘nota salutare’ di ogni ingrediente; inoltre, mi dedico anche a preparazioni speciali, dedicate ai più piccoli, per invogliare loro a mangiare pietanze che diversamente rifiuterebbero”, continua Donatella.

Per questo ultimo aspetto, la critica più severa è Gaia, la loro bimba di 6 anni che, ad esempio, ha promosso a pieni voti le sue polpettine di legumi e salmone. Lo stop delle attività imposto dal Coronavirus ha portato un nuovo ‘figlio’ nella famiglia di ‘Metti tavola’: è ‘Lollo’, il lievito madre che è stato il grande protagonista del loro lockdown: “Ogni giorno sfornavamo preparazioni diverse, alcune le condividevamo con un nostro amico che vive nel nostro stesso palazzo, calandole con un cesto dalla finestra. Perché il cibo è soprattutto condivisione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio i lievitati - e il pane su tutti - sono la grande passione di Donatella e Antonio: “Dietro il pane c’è tanto, c’è tutto”, racconta Antonio. “Ci sono i ricordi e i profumi dell’infanzia. C’è la magia di vedere come dal nulla nasce un prodotto. Non c’è cosa più bella del pane: ci vuole tempo, pazienza e fatica, ma quando lo sforni ti ripaga in tutto e per tutto con sapori, profumi e una fragranza sempre diversa”, conclude. Il sogno nel cassetto di Donatella e Antonio? “Continuare a crescere in questo settore  senza mai perdere la passione. Riuscire a conquistare una nicchia di persone fedeli che seguono e ripropongono le nostre ricette. Sarebbe un importante riconoscimento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Regionali Puglia: i risultati in diretta

  • Foggia fa il botto di consiglieri regionali: ecco i nomi dei 'Magnifici 10' che rappresenteranno la Capitanata in Puglia

  • Ultima ora: rinvenuto cadavere di un uomo

  • Chi potrebbe andare a Bari: ok Piemontese e Tutolo. Incertezza nel centrodestra, in bilico anche Rosa Barone

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Regionali Puglia 20 - 21 settembre: come si vota

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento