rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
social

Giovani a rischio diventano musicisti. Nasce l'orchestra di percussioni giovanile

L'orchestra è lo step finale di un progetto sulla legalità dell'Arci

La musica da sempre è un mezzo per favorire l’inclusione. Ma da oggi è anche un modo per avvicinare i ragazzi alla bellezza e alla legalità. Lo ha dimostrato la nascita dell’orchestra di percussioni giovanile voluta dal comitato provinciale dell’Arci.

Il battesimo è avvenuto martedì scorso presso la scuola Catalano-Moscati con il saggio finale (che è stato anche un inizio ufficiale) del progetto ‘Il ritmo della legalità’ che ha avuto come obiettivo quello di offrire l'opportunità a giovani svantaggiati e a rischio devianza, anche privi di istruzione musicale, di fare musica d'insieme. Il tutto attraverso laboratori di body percussion, percussioni afro-brasiliane e di drums circle svolti dai maestri musicisti dell’associazione ‘Jaco’ il cui obiettivo (centrato) è stato condurre i ragazzi a fare squadra, a sviluppare pensieri positivi di amicizia e di solidarietà, a superare il bullismo e a valorizzare i principi di antimafia sociale.

Attiva, durante il percorso, la partecipazione di giovanissimi provenienti dai quartieri di periferia accolti attraverso la collaborazione della Scuola Media Zingarelli e della Scuola Media Catalano Moscati, dalla Comunità San Giacomo che ospita ragazzi con situazione familiari difficili e presso la quale si sono svolti i circoli di studio sulla legalità con disegni, lavori creativi, manufatti.

Con il saggio finale, quindi, è nata ufficialmente l’orchestra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani a rischio diventano musicisti. Nasce l'orchestra di percussioni giovanile

FoggiaToday è in caricamento