rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
social Manfredonia

A Manfredonia nasce un punto di ascolto Agedo: "Omo-bi-transfobia ancora molto presente"

L'apertura della nuova sede è stata annunciata nel corso dell'incontro 'Let it be' nelle ex Fabbriche San Francesco

A Manfredonia nasce un punto di ascolto Agedo. La referente della sede, in via Maddalena 76, sarà Rossella Prato, affiancata, come responsabile dell’organizzazione, da Michela Mastroluca. L’annuncio è arrivato sabato 4 marzo, nel corso dell’incontro 'Let it be', nelle ex Fabbriche San Francesco, organizzato dall’Agedo Foggia 'Gabriele Scalfarotto' (in collaborazione con Pop Officine Popolari), che ha affrontato diversi temi legati al mondo Lgbtqia+.

Una mattinata partecipata, non solo dal punto di vista numerico, ma anche per il coinvolgimento attivo e sentito del pubblico. Dopo i saluti istituzionali della presidente del Consiglio comunale Giovanna Titta, la Presidente Agedo Foggia, Rosa Pedale, ha presentato l’associazione, che oggi coinvolge non più solo i genitori, ma anche parenti, amiche e amici di persone Lgbtqia+ e tutti i coloro i quali sentono l’urgenza di affermare i loro diritti civili.

Sono poi intervenute Tiziana Carella, psicologa e psicoterapeuta, che ha trattato le differenze tra sesso biologico, identità, ruolo di genere e orientamento sessuale, con argomentazioni etico-scientifiche, e la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Giordani-De Sanctis di Manfredonia, Lara Vinciguerra, che ha parlato della ‘Carriera Alias’.

Un incontro a più voci, quindi, come quelle delle testimonianze toccanti delle socie Agedo Foggia Maria Rosaria Di Spirito e Flavia Pagliara. Si è parlato anche del ruolo centrale rivestito dalla formazione e dall’informazione, cardini indispensabili per smantellare quei pregiudizi e quegli stereotipi che sono alla base di atteggiamenti discriminatori, e per combattere e prevenire l’omo-bi-transfobia, purtroppo ancora molto presente.

Un'altra questione importante trattata, anche attraverso la proiezione di videoclip dal fortissimo impatto emotivo, è stata quella del coming out. Quel coming out che può talvolta rappresentare un momento difficile, ma che è anche l’inizio di un percorso di consapevolezza e libertà, all’interno del proprio nucleo familiare e della società. Un modo per “ri-esistere” come ha sostenuto il maestro Fabio Trimigno nel suo discorso conclusivo. A portare i suoi saluti anche Saverio Mazzone, presidente dell’Associazione POP Officine Popolari.

Tutti i punti emersi e gli obiettivi fissati durante l’incontro saranno il focus dell’azione e segneranno il solco in cui tracciare il percorso del punto di ascolto Agedo Manfredonia. Chiunque vorrà fare parte di questa nuova realtà o avere informazioni può contattare il numero 3476406056.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Manfredonia nasce un punto di ascolto Agedo: "Omo-bi-transfobia ancora molto presente"

FoggiaToday è in caricamento