Il modello Dada approda a Vico, ma all'inaugurazione il Comune non ci sarà. Sementino: "Grave scorrettezza non invitarci"

Domani si terrà la cerimonia di inaugurazione nel plesso "Fiorentino" dell'Istituto Comprensivo di Vico, alla quale non parteciperà nessun rappresentante del Comune. L'assessore Selvaggio: "Persa un'occasione"

Il 16 ottobre, alle ore 12,30, nel plesso “Fiorentino” dell’Istituto Comprensivo di Vico del Gargano, cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico 2019-2020 e della scuola DADA, un modello di scuola che modifica sostanzialmente l’approccio didattico (Didattica per Ambienti di Apprendimento, da cui l’acronimo) e che coinvolge, a partire da quest’anno, 8 classi della primaria, bambini di II e IV che, invece di attendere l’insegnante nell’aula, si sposteranno da un ambiente dedicato all’altro per svolgere le attività in modo laboratoriale.

Un modello di scuola che spinge e stimola ulteriormente a lavorare con quello che si ha, e non a lamentarsi di quello che manca, in un’ottica di rinnovamento e di cambiamento, partendo dalla riorganizzazione di quello che c’è, pensando a quello che a breve si potrebbe avere.

Ma la cerimonia di inaugurazione non vedrà la partecipazione dell'amministrazione comunale. "Siamo orgogliosi di questo risultato, ma, nostro malgrado, dobbiamo annunciare che nessun rappresentante istituzionale del Comune parteciperà al convegno in programma", ha dichiarato il sindaco Michele Sementino.

“La dirigente scolastica Donatella Apruzzese, purtroppo, ha deciso che un’occasione così importante non dovesse prevedere la presenza del sindaco di Vico del Gargano. Si tratta di una grave e imbarazzante mancanza di sensibilità verso le istituzioni che rappresentano tutti i cittadini vichesi".

Gli fa eco l'assessore all'istruzione Rita Selvaggio: "Ci spiace molto. Sarebbe stata una buona occasione per discutere insieme del presente della nostra scuola, un presente che sa già di futuro anche grazie all’impegno e alla collaborazione del Comune di Vico del Gargano”.

“Vogliamo ringraziare tutte le persone che sono state invitate a partecipare – ha aggiunto il sindaco Sementino – da Pasquale Pazienza, presidente del Parco Nazionale del Gargano, a Claudio Angeloro, comandante reparto Carabinieri Biodiversità della Foresta Umbra; da Ottavio Fattorini, dirigente scolastico del Liceo Labriola di Ostia alla docente Anna Grazia Lopez; ringraziamo inoltre Maria Aida Tatiana Episcopo, dirigente USR Puglia e l’assessore regionale Sebastiano Leo. La presenza del sindaco in un’occasione così importante era opportuna, purtroppo la dirigente scolastica Donatella Apruzzese continua a gestire la scuola come se fosse proprietà privata, e non un ente pubblico, decidendo di escludere chi magari politicamente non è a lei affine. Tutto questo provoca di fatto una discriminazione. Non è accettabile, soprattutto se a farne le spese, oltre al sindaco, possono essere i cittadini e, più specificamente, i genitori degli studenti che frequentano la scuola”, ha detto Sementino.

IL MODELLO DADA. L’Istituto Scolastico Fiorentino-Manicone di Vico del Gargano sarà uno dei primi, in Puglia, a sperimentare il Modello Dada. Si tratta di un sistema innovativo basato essenzialmente su 5 postulati: l’aula come ambiente di apprendimento; il coinvolgimento corale della Comunità; la scuola come “incubatore di innovazione”; la consapevolezza della ratio pedagogico-didattica che muove il cambiamento; l’adesione alla rete delle scuole Dada.

“Siamo orgogliosi che Vico del Gargano, ancora una volta, dimostri di essere all’avanguardia per ciò che attiene alla scuola, alle politiche educative e a progetti che, senza dubbio, daranno modo a studentesse e studenti di accrescere le proprie capacità”, ha concluso Rita Selvaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Testimonianza choc, la compagna del 38enne ucciso: "E' stato il bambino". Giornalista costretto a cancellare immagini

Torna su
FoggiaToday è in caricamento